Scorta bloccata: e la nazionale resta senza grana e prosciutto

Parte delle derrate alimentari che la federcalcio aveva spedito in Brasile per gli azzurri è bloccata da lunedì alla dogana dell'aeroporto di Rio per questioni burocratiche. Servono infatti dei permessi particolari riguardo al tipo di stagionatura consentita, e visto che la legge brasiliana è poco flessibile, prosciutti e forme di parmigiano sono stati messi in stand by. Nessun problema, invece, per i quasi 100 litri d'olio extravergine d'oliva, così come per i 2 quintali di pasta portati da Roma, le bottiglie di vino e le scorte di pomodori pelati. Speriamo che gli azzurri riescano comunque a sopravvivere.