Scritte sull'Heysel e cori antisemiti Sfida per il titolo di imbecilli da stadio

L'Heysel dopo Superga. Non c'è pace per i morti nel calcio. Due settimane fa gli striscioni dei “tifosi” bianconeri sulla tragedia del Grande Torino. Ieri un pullman dei tifosi della Fiorentina si è presentato allo stadio con un artigianale “-39” sul vetro posteriore, riferito alle vittime nella finale di Coppa Campioni '85 con il Liverpool. Oltraggio che è poi stato ribadito all'interno dello Juventus Stadium: su uno striscione poco elegante su Chiellini è stato aggiunto il solito sfregio “-39 Heysel”. Twitter e il web hanno fatto da megafono e da sfogatoio della rabbia dei tifosi bianconeri:« Colpire (giustamente) gli autori delle scritte contro Superga e lasciare passare questo scempio continuo per i morti dell'Heysel sarebbe segno di mancanza di volontà e di esercizio alternato, quindi non equanime, della legge», scrive uno dei blog più seguiti. Ma non è finita qui. Perché il presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, Renzo Gattegna ha denunciato che durante la gara una frangia di tifosi bianconeri ha intonato cori antisemiti . In questo panorama deprimente ci si arrabbia anche per il tweet della Juventus: «Buona la Fiorentina a pranzo...». I tifosi viola che non l'hanno presa bene. E quello di ieri è solo il primo atto di una triplice sfida in pochi giorni. Una rivalità acuita dallo scontro tra le proprietà. Il presidente Fiat. John Elkann, ieri si è fatto rivedere a bordo campo in compagnia dell'ad Sergio Marchionne. Un messaggio ai Della Valle dopo le polemiche su Fiat e Tod's.