Serie B, il Collegio di garanzia del Coni rinvia le sentenze a martedì

Dopo una lunga giornata di dibattimento, il Collegio di Garanzia del Coni ha rinviato ad inizio settimana prossima la decisione sulla composizione della serie B a 22 squadre

Il Collegio di garanzia del Coni ha rinviato a martedì la decisione sulla composizione del campionato di serie B a 22 squadre.

Si attendeva soltanto l'epilogo finale di una situazione molto intricata e giunta ormai al paradosso, il campionato cadetto iniziato da due giornate e la richiesta di sei club, impegnati in una lotta fratricida a chiedere l'allargamento a 22 squadre.

Il Collegio di Garanzia del Coni presieduto dall'ex ministro degli Esteri Franco Frattini, era chiamato a sindacare la legittimità dell'atto con cui il commissario straordinario della Figc, Roberto Fabbricini ha bloccato i ripescaggi scegliendo il format a 19 squadre anzichè a 22 e nel caso di accoglimento del ricorso a stabilire i criteri di ripescaggio, che avrebbero condotto alla scelta di tre squadre tra le sei ricorrenti: Catania, Entella, Novara, Pro Vercelli, Siena e Ternana.

Una lunga giornata di dibattimento non ha portato però ad alcun esito, il Collegio si riserva qualche giorno di riflessione e le decisioni, che erano attese per la serata sono posticipate ad inzio settimana prossima, probabilmente martedì. E' lo stesso Frattini a motivare la scelta: "Non è giusto decidere frettolosamente circa una questione così importante come quella del format di Serie B, quindi decisione rinviata all'inizio della prossima settimana".

Tutto rinviato ad inizio settimana prossima, in attesa della decisione che dovrebbe rendere definitiva la composizione del campionato cadetto e di riflesso anche di quello di serie C, che ha rinviato i calendari in programma domani.

Possibile l'allargamento a 22 squadre: il Siena sembrerebbe dentro in ogni caso, decisiva a quel punto la scelta tra Catania e Novara,la cui ripescabilità è al vaglio del Coni per sanzioni ammistrativi passate e Ternana e Pro Vercelli, retrocesse sul campo, più defilata la posizione dell'Entella, sconfitta ai play out e che ha sempre richiesto la riammissione e non il ripescaggio.

La decisione renderebbe necessaria la riformulazione del calendario con la possibilità di far giocare le ripescate tra di loro nelle prime due giornate e riscrivere il resto delle giornate. Sembra scontato che le tre escluse ricorreranno d'urgenza al Tar, prospettiva che complicherebbe ancora di più una situazione, la cui parola fine sembra ancora lontana.