Serie A, bye bye talentiIbra, Sneijder & C. Tutti quelli da vendere

Galliani attende offerte per Zlatan, l’Inter farà cassa con l’olandese Lavezzi è ormai parigino, la Juve ha un "pacchetto" da smaltire

A Barcellona dicono che c’è l’accordo fra Thiago Silva e Sandro Rosell, il presidente. Mundo Deportivo si spinge oltre e rivela che la crociera di Adriano Galliani è solo una copertura, in realtà, scrivono, si tratta il brasiliano. È l’argomento più caldo, non la pista più calda. La strategia Milan dovrebbe rispondere a questi passaggi: Adriano Galliani attenderà fino all’ultimo nella speranza che da qualche club arrivi un’offerta per Zlatan Ibrahimovic, una di quelle indecenti, non tanto per il Milan quanto per lui che guadagna già ben oltre i dieci milioni a stagione. C’è sempre qualcuno che la crisi non la sente e dall’altra parte c’è un club al settimo posto mondiale nella classifica dei compensi ai giocatori. È una classifica per club di tutti gli sport, compresi i Los Angeles Lakers e New York Yankees.

Il Milan ad inizio stagione aveva un monte ingaggi di 152 milioni e 619mila euro, in cui Ibra incide non poco. Di sicuro Zlatan ha ampiamente realizzato che la squadra non si rinforzerà come desidera e si attendono sviluppi. Se non arriveranno offerte per lo svedese allora Thiago Silva è a grande rischio. È considerato il più forte difensore al mondo, tutti i top club lo vogliono, tiepidamente anche il Madrid, ma è un pressing meno esasperante di quello del Barça. Poi ci sono Paris Saint Germain e Manchester City che hanno già presentato offerte attorno ai 40 milioni, oppure contropartite tecniche, e questi sono club con un parco giocatori interessante. Adriano Galliani ha ricevuto un mandato preciso: solo cash, cifra non inferiore ai 60 milioni, altrimenti non c’è fretta. «Il Psg me lo ha strarichiesto, anche Mancini, ma qui a Barcellona giuro che non ho nessun incontro - ha risposto l’ad del Milan a chi gli chiedeva sviluppi-. No, no, e no».

E intanto regala la maglia numero 10 a Ibrahimovic perché il Milan non spera di venderlo, ma se dovesse arrivare questa benedetta richiesta che porta soldi in cassa e riduce il monte ingaggi, nessuno si suiciderebbe. Il dato imprescindibile della serie A spiega che il campionato lo vince la squadra con la miglior difesa. Due stagioni fa l’Inter aveva l’attacco più forte e il Milan la difesa meno perforata. In questa stagione Milan con il miglior attacco e Juventus con la miglior difesa. La cessione di Thiago Silva arriverà per una montagna di soldi e Galliani si augura che nell’ultima settimana di mercato i top club non abbiano ancora risolto i loro problemi e si scateni un’asta. Se ne andrebbe un altro campione, il nostro calcio si sta impoverendo. L’unica in grado di parare l’offensiva sembrerebbe la Juventus, ha una discreta somma da spendere e una cinquantina di milioni potrebbero arrivare dalle cessioni di Elia, Krasic, Quagliarella e Matri. Intanto si muove decisa su Robin Van Persie adesso che l’Arsenal ha fissato il prezzo di 30 milioni per il cartellino.

Non sarà semplicissimo e tutti i rumors che indicano in Bouchra, moglie di origini marocchine di Van Persie, la chiave del trasferimento sono buoni solo per il gossip. Se il City picchia giù le sterline necessarie la signora giura di non aver mai pensato a niente di più bello di un futuro a Manchester. Intanto Gonzalo Higuain si allontana, a parole, dalla serie A: «La Juve? Non voglio pensare a questo adesso, voglio solo fare bene con la mia Nazionale». Dichiarazione non estorta al termine del match vinto 4-0 contro l’Ecuador, in cui ha segnato un gol e offerto un assist a Leo Messi. Intanto il dg Marotta si è tolto una preoccupazione: il Pocho va fuori Italia, niente Inter, il Paris Saint Germain lo ha convinto con un quadriennale a 4 milioni a stagione e 27,5 milioni al presidente Aurelio De Laurentiis, più bonus relativi a obiettivi raggiunti e l’intero incasso di un’amichevole per arrivare ai 31 milioni della clausola. L’Inter quei soldi non li voleva mettere, da Corso Vittorio Emanuele trapela delusione in quanto la decisione finale aspettava al giocatore ma Lavezzi ha preferito lasciare l’Italia per non creare frizioni pericolose con la piazza di Napoli.

Adesso si parla di Jovetic in rotta con la Fiorentina, il Napoli e l’Inter sembrerebbero contenderselo ma ci sono solo controindicazioni. Mazzarri vorrebbe un centrocampista che possa liberare Hamsik e non più costringerlo a lavorare sodo in fase difensiva. Jovetic non rientra in questa caratteristica. L’Inter va su Jovetic se cede Sneijder immaginando un’offerta sui 25 milioni. La stessa che chiedono i Della Valle per Jovetic, e Sneijder è molto meglio. Il rischio è un altro talento dal nostro campionato che ci saluta.

Commenti

emmeb48

Lun, 04/06/2012 - 12:41

Non vi sembra di esagerare? Il Milan non è allo sbando e non capisco da dove la Juve ,che ha perso 97 milioni nel 2011,ne perderà 60/70 nel 2012,fattura 100 milioni meno del Milan,abbia tutte queste disponibilità. Higuain,Van Persie sono fuori portata,però ogni giorno sembrano sul punto di arrivare a Torino.VEDREMO

COSIMODEBARI

Lun, 04/06/2012 - 16:23

I veri talenti dei nostri tre campionati maggiori sono dietro le sbarre o con l'obbligo di firma. ,