Serie A, la Lazio ritrova Klose e inguaia l'Atalanta

Una Lazio che più cinica non si può stende l'Atalanta all'Olimpico (2-0) e ritrova il successo in campionato. A stendere gli orobici in uno dei due posticipi della 29/a giornata di Serie A è il ritrovato Klose: il tedesco, che non segnava dalla scorsa stagione, firma una doppietta nella ripresa regalando tre punti e una ventata di serenità a Pioli. Prestazione tutt'altro che entusiasmante ed anzi sofferta quella dei biancazzurri, ai quali bastano sostanzialmente due tiri in porta per avere ragione di un'Atalanta sciupona e sfortunata, vedi il palo di D'Alessandro nel primo tempo. L'ex Reja resta pericolosamente a -4 dal terz'ultimo posto.

In un primo tempo sostanzialmente equilibrato si fanno preferire gli orobici, pericolosi al 16' con D'Alessandro: conclusione in solitudine dopo l'assist di Pinilla, la palla timbra il palo con Marchetti battuto. Poi è Gomez, con un gran destro dalla distanza, ad impensierire i biancazzurri: Marchetti c'è e devia in angolo. La manovra laziale è macchinosa ed incapace di creare pericoli alla porta di Sportiello. Ancora Atalanta in avanti con un insidioso cross di Pinilla, Mauricio anticipa di un soffio Kurtic in scivolata. Reti inviolate nel primo tempo e sonori fischi del pubblico all'indirizzo della squadra di casa.

Il gioco della Lazio non entusiasma nemmeno nella ripresa, ma l'Atalanta non riesce ad approfittarne. Ci vuole la zampata del vecchio leone Klose per sbloccare il risultato dopo una delle rare fiammate biancazzurri: Sportiello esce e stende Mauri lanciato da Keita, la palla arriva al tedesco che insacca a porta vuota per l'1-0 (23'). L'Atalanta cerca subito la reazione con un destro rasoterra di Cigarini, palla deviata sul fondo. In pieno recupero, Felipe Anderson prova il destro ma non centra lo specchio. A spegnere le illusioni atalantine ci pensa ancora Klose: contropiede perfetto della Lazio, Felipe Anderson arriva in area e serve il panzer che non ha problemi a battere Sportiello e chiudere i giochi. Ed è un 2-0 che suona di punizione eccessiva per Reja.

!Se avevamo già la testa all'Europa League? No, perché hanno giocato diversi giocatori. 5-6 neanche sono nella lista dell'Europa League. Abbiamo cambiato tanto, abbiamo giocato un pò con la paura di sbagliare, ma questo è il calcio. L'importante è che alla fine abbiamo vinto", ha detto Miroslav Klose a Sky Sport, "Se mi sono tolto un peso? Semplicemente sì".