Serie A, gli stadi sono sempre più vuoti: mai così male negli ultimi 10 anni

Serie A 2016-2017: gli spettatori che si recano allo stadio sono sempre meno e in queste prime due giornate si è registrato un record negativo

Le prime due giornate della Serie A 2016-2017 sono andate in archivio e con loro anche un dato preoccupante: un fortssimo calo di spettatori, con un meno 8% rispetto all’affluenza media dei primi due turni nelle ultime dieci stagioni del nostro campionato. Questi dati emergono da un’elaborazione del Centro Studi di DynamiTick sulla base dei dati ufficiali comunicati da tutti i club relativi all’andamento delle prime due giornate della Serie A italiana nelle ultime dieci stagioni. Gli spettatori che, in questo inizio di campionato hanno seguito la propria squadra del cuore allo stadio, sono stati solo 426.388, che fa registrare un meno 5% rispetto alla passata stagione. Addirittura c'è un 9% in meno rispetto al campionato 2014-2015, con 466.640 spettatori.

Gli impianti fatiscenti non aiutano e anche la percentuale di riempimento degli stadi nelle prime due giornate ha toccato il livello più basso raggiunto negli ultimi dieci anni, con il 51%. C'è un calo del 2% rispetto alla scrosa stagione e del 4% rispetto a due anni fa. Il calo delle presenze allo stadio, naturalmente, incide anche sulla vendita dei tagliandi. Le prime due giornate della nuova stagione hanno messo insieme 405.549 biglietti invenduti, ovvero il 49% dei ticket disponibili: un dato ampiamente negativo che deve far riflettere. Solo nella stagione 2013-2014 si registrò una situazione analoga a quella che si è verificata quest'anno.

Commenti

griso59

Lun, 05/09/2016 - 19:41

ma quale stadi, e' la burocrazia che ce' nell'acquistare i biglietti che fa stare a casa la gente.

Andrea De Benedetti

Lun, 05/09/2016 - 20:18

Andrea De Benedetti Ma nessuno ha notato quanto costa il biglietto? Poi oggi l`incasso non e` piu` l`asse portante del bilancio. Molto pubblico attira molti sponsor, televisione,ecc,ecc. Bisogna fare delle scelte.