Il Settebello si gioca in casa l'ultima carta per volare a Rio

Adesso è il turno del Settebello. Dopo la brillante e tutt'altro che scontata qualificazione delle ragazze di Fabio Conti, toccherà agli uomini di Sandro Campagna agguantare l'ultimo pass disponibile per i Giochi Olimpici di Rio. Missione alla portata sulla carta ma guai a sottovalutare tale impegno. «Abbiamo un solo risultato a disposizione per difendere l'argento olimpico conquistato a Londra nel 2012», sottolinea il ct che sia da giocatore che da allenatore non ha mai fallito nei precedenti tornei di qualificazione. Nel palcoscenico casalingo della piscina Bruno Bianchi di Trieste il Settebello, impegnato insieme ad altre undici nazionali divise in due gruppi da sei, incontrerà nel suo cammino formazioni assolutamente alla portata: tra queste all'esordio il Kazakistan (domani sera ore 20:30 su RaiSport) e Sud Africa; nel mezzo la Spagna (già sconfitta ai recenti Europei di Belgrado), match decisivo per il primo posto nel girone B; infine le più abbordabili Olanda e Germania. Da venerdì 8 aprile invece i quarti di finale (da evitare l'Ungheria), che in caso di successo ci garantiranno matematicamente la qualificazione , quattro i pass in palio, nella rassegna a cinque cerchi. Per far meglio di quattro anni or sono. Sergio Arcobelli