Il Settebello stoppa l'Ungheria

Un pareggio tiene in corsa gli azzurri per il primo posto

Il Settebello vicino all'impresa. In palio c'era solo il primato del girone, ma finisce con un rocambolesco 9-9 la sfida tra i nostri e l'Ungheria padrona di casa.

In mezzo a 7500 spettatori, la piscina Alfred Hajos una bolgia, l'Italia è riuscita a tenere a bada gli animi e gli uomini dell'ex azzurro Marcz. In un match combattuto, fisico, e con colpi persino oltre il regolamento, agli azzurri resta addirittura il rammarico di non aver chiuso l'incontro a proprio favore nell'ultimo quarto.

Dopo il bell'esordio (Francia travolta e doppiata 18-9), un'altra gara convincente per i campioni del mondo del 2011 e bronzo olimpici a Rio. Non male se si considera che alla vigilia gli azzurri si sono ritrovati senza tre uomini (poi rimpiazzati a dovere, tra questi va menzionato il ritorno di Tempesti «dalla spiaggia», frase del ct Campagna) causa morbillo.

Domani contro l'Australia il Settebello si gioca il primo posto del girone (siamo secondi per la differenza reti, +10 Ungheria, +9 Italia).

Oggi il Setterosa, impegnato alle ore 13.30 (diretta Rai Sport), può chiudere in testa il suo girone e volare ai quarti di finale senza dover disputare gli ottavi. Con la Cina oggi basta il pareggio.