Lo sgarbo di Maradona a Insigne: "La mia numero dieci non si tocca"

Il Pibe de Oro con quella maglia ci ha giocato in un periodo glorioso per il Napoli. E non ha intenzione di cederla

Se una maglia l'ha indossata un campione, quella maglia resta del campione. Non è un regola, ma è di certo una tradizione molto diffusa, nel calcio e non solo, quella di ritirare il "numero" di un atleta che per una squadra ha significato tanto.

È successo anche a Napoli, quando nel 1991, dopo due scudetti, una Coppia Uefa, una Supercoppa e una Coppa Italia, Diego Maradona ha lasciato la squadra sotto il Vesuvio. Da allora il suo numero dieci non è più sceso in campo. E anche ora non è probabile che accada.

Qualcuno dice che Lorenzo Insigne quell'onore se lo meriterebbe, ma Maradona è di tutt'altra impressione. Da Dubai il Pibe de Oro risponde chiaramente a chi prova anche solo ad avanzare l'ipotesi. "No, è mia e non si tocca".

Commenti
Ritratto di lettore57

lettore57

Dom, 07/02/2016 - 13:51

A parte il gioco del calcio in cui era un campione, per tutto il resto è un uomo di m....a quindi, ogni volta che parla ne esce ....... Il bel tacer.....

lupo1963

Dom, 07/02/2016 - 17:29

Concordo con letore57 che sia un uomo di m...a pero' dare la sua maglia ad un giocatore insulso come Insigne fossi tifoso del Napoli lo troverei abbastanza assurdo.

frabelli1

Dom, 07/02/2016 - 18:15

Se fossi il presidente del Napoli, mi arrabbierei tantissimo contro Maradone e darei immediatamente il 10 ad Insigne! Lui, Maradona, deve starsene zitto, dopo il veleno riversato contro Felino ed il Napoli. Lui, Maradona, si fa vivo solo quando le cose vanno bene, mai quando c'è crisi.

Agus

Dom, 07/02/2016 - 19:31

Ma che continua a parlare quel botolo,ex ottimo calciatore per il resto un ometto di cacca, droga camorra evasioni fiscali proprio un bell`esempio per i giovani e pensare che i napoletani lo adorano

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 07/02/2016 - 19:34

siamo alla frutta o meglio nella mxxxa, avere a che fare con un drogato, squallido essere che crede ancora di essere qualcuno, si unomme emxxxa

giovauriem

Mar, 09/02/2016 - 14:17

cinque post di poveracci che vomitano sul dio del calcio di ieri di oggi e di sempre .

lupo1963

Mar, 09/02/2016 - 18:06

@giovauriem io come giocatore non lo ho messo in discussione e per questo non darei la sua maglia ad Insigne ma come uomo...,in quanto a te uno che parla di "dio del calcio"si merita appena un sorrisetto ...

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 10/02/2016 - 09:16

@giovauriem giusto per fare lo sborone (io) una piccola lezione: essendo 5 post si scrive posts (con la s di plurale) altrimenti lo scrivi in italiano se ne sei capace; dio si scrive sempre, a prescindere dal contesto, Dio (con la maiuscola). Se noi siamo poveracci (evidentemente non hai capito che non basta tirare calci ad una palla per essere uomini) tu cosa sei? Magari ci rifletti un po e tra qualche mese ci arrivi....