Si deve sognare ma all'italiana

Il meraviglioso fumetto del mercato è una di quelle cose che non si possono togliere all'italiano medio. Altrimenti ci resta male davvero

Il meraviglioso fumetto del mercato è una di quelle cose che non si possono togliere all'italiano medio. Altrimenti ci resta male davvero. Indro Montanelli, direttore amante dello sport, ci diceva sempre di darci dentro e regalare qualche sogno. Ecco, qui il problema è come far sognare: il calcio italiano non ha gran danari in tasca. La Juve lavora di fino, parte sempre da lontano e cerca un colpo dispendioso (secondo parametri italiani, non spagnoli o inglesi) per ogni mercato. Il Napoli si è comprato l'ombrellone (Ancelotti) per il suo padrone e magari per convincere qualche giocatore internazionale. Come capitò con Benitez. Il Milan non sa proprio come sa la caverà: padrone in difficoltà, tribunale Uefa pronto alla mazzata, venderà Suso per trovar soldi. Invece l'Inter deve incassare 40 milioni, entro fine giugno, per soddisfare il fair play finanziario voluto dall'Uefa.

Visto così è un mercato da Italia della recessione, c'è sempre qualcuno che ti parla di debiti e non di danari da spendere. Gli unici botti verranno dalle cessioni: la Roma che potrebbe far cassa con Alisson, l'Inter con Icardi, la Juve potrebbe disfarsi di Higuain se arrivasse Maurito. Sicuri che l'affare tra Juve e Inter si possa fare? C'è da credere che la gente nerazzurra tenterà di evitare l'ennesimo agguato: non è pensabile rafforzare ancora una volta la Signora, forte del suo peso economico. Meglio non guardare cosa capita all'estero: il Paris Saint Germain è già pronto a sfilare Cristiano Ronaldo al Real Madrid, con stipendio di 45 milioni. Mercato da mille dubbi.

Gigi Buffon ha risolto i suoi ed è pronto a continuare la vita calcistica in Francia: non è una cattiva idea. Chapeau alla Juve che non lascia spazio alle ragioni del cuore. Perdiamo Buffon e non Donnarumma: forse meglio il contrario. A Torino servono rinforzi di qualità: qualcuno anche migliore di quelli già acquisiti. La Champions aspetta. Milan, Napoli, Inter e Roma pensano ad acquisti mirati, soprattutto economici. Nessuno che possa puntare al fuoriclasse. Tanti pensano, sia mai che Ancelotti... Ronaldo a Napoli? Con Maradona successe. Oggi è difficile far sognare.