Social Italia, che gruppo whatsapp

Gli azzurri a suon di cinguettii e scatenati nella chat della squadra

In una Nazionale sempre più social, è la difesa juventina a farla da padrona. Tra le piattaforme Facebook, Instagram e Twitter i quattro assi bianconeri (Buffon, Barzagli, Bonucci e Chiellini) raccolgono quasi 18 milioni tra likers e followers. Il portiere è in assoluto il più seguito (2.288.000 seguaci su Twitter, oltre 4 milioni su Facebook, 1,6 milioni su Instagram, il social fotografico per eccellenza, dove però è superato da Stephan El Shaarawy che ha sfondato i 2 milioni di followers). Cifre lontanissime dalla Top 10 degli europei, comandata saldamente da Cristiano Ronaldo (con un totale di 215 milioni e mezzo, quasi otto volte il gruppo completo degli azzurri), e che vede in classifica ben 4 calciatori spagnoli, ma comunque significative su come anche i giocatori dell'Italia vivano la nuova realtà dei social. Questa modalità comunicativa, spiegano gli esperti del settore, viene utilizzata dai calciatori come specchio della propria personalità e spesso sono proprio i canali web, più delle conferenze stampa, le fonti di notizie per le testate sportive. Dal ritiro degli azzurri si apprende che Chiellini, uno dei più attivi su Twitter (oltre 1,8 milioni di followers) avrebbe convertito il compagno di squadra Zaza ai cinguettii appena tre giorni fa. Risultato: già dieci tweet dell'attaccante e quasi 11mila followers. La Uefa non impone divieti di alcun tipo sui messaggi social così come Conte che richiede solo di non esagerare nei modi.

Celebre l'episodio capitato al fedelissimo Bonucci dopo un tweet dell'ottobre 2014 (erano i primi tempi dell'allenatore leccese nel ruolo di ct). «Sciacquatevi la bocca», il velenoso tweet rivolto ai tifosi della Roma dopo il successo sui giallorossi in una gara ricca di polemiche e nella quale il difensore segnò il gol decisivo. Bonucci fu sgridato dal team manager Oriali e in sala stampa a Coverciano riconobbe di aver sbagliato. E anche il gruppo whatsapp degli azzurri è scatenato: messaggi a iosa ogni giorno e, come racconta Parolo, tutti cercano di farsi intendere nonostante la diversa provenienza territoriale. Con piccoli gruppetti già consolidati da precedenti esperienze, vedi il trio Florenzi-Immobile-Insigne unito dai tempi dell'under 21.

E se l'appello del ct, rivolto guarda caso anche sulla sua pagina Facebook, sulla maglia azzurra per tutti i tifosi fatica a far presa (ma un'importante catena di supermercati la distribuirà da oggi a 2 o 3 euro) le pagine social della Nazionale continuano a mietere successi. Secondo quanto riporta Result Sports, agenzia tedesca di rilevamento web, l'impatto "digital" dell'Italia è il più importante fra tutte le nazionali con un crescita di oltre 385mila. La fanpage italiana su Facebook ha registrato un +5,5 di crescita, con oltre 4,5 milioni di likers, 30,6 i milioni di visualizzazioni su Twitter per un milione di visite nei profili, 500mila followers su Instagram. Dati che ci fanno già vincere l'Europeo. Dei social.