Sognando la «California» sotto la neve del Bracco Kit da urlo per la Ferrari

Basta spostare il manopolino sul volante da Comfort a Sport e la musica cambia: il rombo aumenta d'intensità e la roadster in un battibaleno scatena i suoi cavalli

Camogli (Ge) La prima Ferrari non si scorda mai. Ma per fissare bene nelle orecchie il maestoso nonché unico sound, con una «spesuccia» (7.076 euro) che equivale all'acquisto di una buona moto o di una city-car ultra-economica, ecco che la California T (190.000 euro) si trasforma in HS (Handling Speciale). Una «spesuccia», dicevamo, per chi può, ed ecco il novello ferrarista (ma anche chi vuole arricchire la sua collezione) che si trova a beneficiare, rispetto alla «semplice» California T, la 2+2 con tetto ripiegabile, di un nuovo e più sportivo allestimento, a partire dalla seduta (è sempre molto scomodo entrare e uscire all'abitacolo, comunque) e dalle note del rombo, ancora più imperioso e sinfonico, soprattutto quando si sposta la levetta posizionata sul volante dalla modalità «Comfort» a quella «Sport». Gli ingegneri di Maranello hanno fatto un gran lavoro nel conferire alla HS una vocazione veramente corsaiola. Motore 3.8 V8, 560 cavalli, una coppia di 755 Nm a 4.750 giri/minuto per una velocità massima di 316 orari (si può fare a gara con un jet sulla pista di decollo) e solo 3,6 secondi per bruciare lo 0-100: peccato che il giorno scelto da Ferrari per il test su strada, tra Camogli e Lerici, passando per il Bracco, sia stato - come riferito dai residenti - il più freddo e umido dell'inverno. E allora capote rigorosamente chiusa, su il riscaldamento e il brivido di capitare, durante il tragitto, nel mezzo di una bella nevicata. Dietrofront, dunque, e rapido cambio di itinerario, anche perché alle ruote erano montati pneumatici estivi. Mai strafare e farsi prendere dall'entusiasmo.In quelle condizioni meteo il rischio era di finire, come minimo, per traverso. Per il resto, tutto ok. Vettura più rigida grazie alle nuove molle, ovvero meno beccheggio e rollio, e maggiore tenuta. La cambiata è più veloce del 30% in up e del 40% in down. La nuova California HS, dunque, si posiziona tra la California T e la 488. Come valore aggiunto offre un tocco di sportività superiore e una guida ancora più divertente, soprattutto su strade ricche di curve e tornanti, come abbiamo valutato di persona prima di incappare, sul Bracco, in una pioggia fitta seguita dalla neve. Nelle concessionarie da giugno, questa supercar si può scegliere con la carrozzeria in rosso corsa metallizzato su nero opaco (quella che vedete nella foto), nero Daytona su grigio ferro, giallo triplo strato sempre su nero opaco.Con il kit HS, Ferrari conta di raggiungere l'obiettivo di un 20% in più di clienti, e di conquistare un nuovo profilo di consumatore proveniente da altre GT performanti, soprattutto tedesche.PBon