Spagna, Luis Enrique torna sulla panchina della Nazionale per Euro 2020

L'ex allenatore della Roma aveva lasciato la guida della Spagna lo scorso 19 giugno per stare vicino alla figlia poi tragicamente scomparsa per un tumore

Luis Enqrique si riprende il suo posto in panchina e sarà regolarmente alla guida della Spagna ai prossimi Europei.

Manca ancora l'ufficialità ma è ormai tutto prontro per un gradito ritorno nella nazionale spagnola, Luis Enrique ha detto si alla Federazione spagnola e torna alla guida delle Furie Rosse per gli Europei 2020. L'indiscrezione è stata rivelata dall'emittente radiofonica Cadena Cope, che riferisce della proposta già accettata dall’allenatore di Barcellona e Roma: l’annuncio ufficiale arriverà già nella giornata di oggi, proprio quando sarà in programma la riunione del consiglio di amministrazione a Las Rozas col presidente federale Luis Rubiales. Il tecnico asturiano aveva lasciato improvvisamente la carica di ct lo scorso 19 giugno per gravi motivi personali, poi il 29 agosto annunciò su Twitter la drammatica morte per un tumore alle ossa della figlia Xana di 9 anni.

Lucho rimpiazzerà il suo storico secondo Robert Moreno, che aveva preso il suo posto ad interim vincendo il gruppo F di qualificazione a Euro 2020 e conquistando con largo anticipo l'accesso alla fase finale. Moreno, che aveva un contratto fino alla fine degli Europei non ha partecipato alla conferenza stampa post-vittoria sui romeni, dopo aver ricevuto la comunicazione sulla fine della sua avventura da commissario tecnico salutando inaspettato. Una scelta a sorpresa che ha provocato non poche discussioni in terra iberica infatti se da un lato l'opinione pubblica ha immediatamente manifestato la gioia per il ritorno sul palcoscenico del calcio di Luis Enrique, dall'altro la vicenda umana di Moreno ha sollevato l'ennesimo polverone attorno alla discussa figura del presidente federale Luis Rubiales. In pochi mesi la Spagna si era già innamorata delle capacità del nuovo allenatore della Nazionale e da Marca ad As, tutti i media parlano della ''notte più nera'' della nazionale spagnola, già scottata dal licenziamento di Lopetegui a pochi giorni dal Mondiale 2018.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?