Spalletti: "C'è disparità di trattamento con altri club"

Spalletti è entrato in gamba tesa sui media: "Vedo disparità di trattamento. All'Inter si fa questo giochetto da otto anni. Si è cattivi ed offensivi, sarà per le amicizie e per le familiarità ma la cosa non è affatto normale"

Luciano Spalletti è sempre stato uno degli allenatori più sagaci e con una dialettica spigliata con i giornalisti. Il tecnico dell'Inter si è sentito spesso sotto attacco in questi due anni in nerazzurro e gli ultimi due mesi sono stati molto pesanti con le voci su Antonio Conte che lo stanno tormentando ormai da tempo. Al termine di Inter-Chievo, ai microfoni di Sky Sport, l'uomo di Certaldo ha sbottato: "Sono mesi che dicono che dite sempre le stesse cose. La Gazzetta dice da mesi che arriverà Conte. Chi ha qualità lo dice una solva volta, a me invece dite sempre le stesse cose, sono maleducato se non rispondo?".

Spalletti è poi entrato nello specifico:"Ora arrivano anche a fare offese ben precise, che sono bollito, alla frutta e altro ancora. Io mi difendo e difendo anche l'Inter. Dicono che sono nervoso ma non è vero, io faccio solo il bene mio e del club. Marotta? Fa bene a cercare il meglio per l'Inter" . L'ex allenatore di Roma, Zenit e Udinese ha poi attaccato parlando di disparità di trattamento tra l'Inter e gli altri top club come Juventus, Milan, Napoli e Roma: "Vedo disparità di trattamento. All'Inter si fa questo giochetto da otto anni. Si è cattivi ed offensivi, sarà per le amicizie e per le familiarità ma la cosa non è affatto normale".


Commenti

COSIMODEBARI

Mar, 14/05/2019 - 18:21

Spalletti fa sempre la vittima, e fa finta di non ricordare o di non sapere che due o tre mesi prima che arrivasse all'Inter, la stampa e il web sportivo lo accostavano all'Inter. E nello stesso tempo scrivevano pure del benservito ce l'Inter avrebbe dato a Pioli. Puntualmente avvenne così, anzi Pioli fu sollevato dall'incarico a poche giornate dalla fine di quel campionato, nonostante era palese a tutti che per fare arrivare Spalletti anche la società tutta, calciatori compresi, si erano messi a remare contro un Signore allenatore, quale era ed è ancora Pioli. Insomma è sempre tutto ripetitivo quando le società vogliono divorziare da un allenatore per sposare un altro allenatore. Forse, anzi senza forse, quando capita all'Inter vengono affissi più manifesti dappertutto.

enricomv

Mar, 14/05/2019 - 19:42

Bravo Spalletti, sei una persona pulita tra tanti farlocchi. Paga il prezzo della tua onestà e non cambiare mai.