«Spia» agli allenamenti Samp: beccato sull'alberoAria di derby: scoperto il preparatore rossoblù. Sospeso

Genova Un derby che vive 365 giorni l'anno. Un derby vissuto sul filo dell'ironia nei bar, nelle strade e nelle piazze di Genova che trova l'apice in quelle due partite stagionali che tutto sono tranne che due semplici partite. Una sfida fatta di sfottò, prese in giro e adesso anche di spionaggio.
Bogliasco, quartier generale della Sampdoria. La squadra si allena a porte chiuse con Delio Rossi che prova la tattica per la stracittadina di domani sera. Nessuno è ammesso, tutto si svolge nella massima segretezza tanto che il team manager della Samp Giorgio Ajazzone, effettua un giro di perlustrazione nel boschetto che sovrasta il campo. E nascosto tra gli ulivi ecco spuntare un uomo, armato di macchina fotografica e con tanto di tuta mimetica. Non un curioso qualsiasi ma Luca De Prà, preparatore dei portieri della primavera del Genoa in missione per carpire i segreti di Rossi e rilevarli a Liverani. Beccato e fotografato dallo stesso Ajazzone, prima di essere invitato a lasciare Bogliasco. Figuraccia, con la foto che finisce subito sul sito ufficiale della Sampdoria e fa il giro del web con i tifosi blucerchiati a infierire sui cugini rossoblù spioni. Ma il Genoa si affretta a chiarire: «Iniziativa personale, sarà sospeso».
Sampdoria contro Genoa, sampdoriani contro genoani: 1 a 0, per ora ma il derby è appena cominciato. Anzi, da queste parti, non finisce mai.