Stramaccioni ascolta a Mastella: "Chiedo scusa al Benevento"

Stramaccioni ha voluto spiegare le sue parole: Ho tanti parenti a Benevento, lungi da me accusare questa città. Era solo in riferimento al fatto che fosse un club al primo anno di Serie A"

Nella giornata di ieri, il sindaco di Benevento Clemente Mastella era stato durissimo con l'ex allenatore dell'Inter Andrea Stramaccioni, oggi allo Sparta Praga, reo di aver preso come termine di paragone negativo proprio il Benevento per parlare di una sconfitta. Il primo cittadino della città campana aveva tuonato ai microfoni del Corriere.it: "Stramaccioni dopo una sconfitta dello Sparta Praga ha detto ‘Non siamo mica il Benevento’. Noi gli rispondiamo ‘Mica siamo Stramaccioni’. Ha fatto una comparazione cretina, una cosa inaccettabile. Spero che il collegio dei probiviri degli allenatori intervenga e che ci chieda scusa”.

L'ex allenatore dell'Inter, evidentemente, ha ascoltato le parole di Mastella e ha chiesto scusa al Benevento pur giustificando le sue parole: "Ho nominato il Benevento solo in relazione al fatto che non avesse mai fatto la Serie A. Mi scuso verso chi si è sentito offeso, ma non era mia intenzione farlo. Mia nonna è nata a Cusano Mutri, in provincia di Benevento. Ho tanti parenti lì ed è lungi da me accusare questa città. Era solo in riferimento al fatto che fosse un club al primo anno di Serie A".

Commenti
Ritratto di pao58

pao58

Mer, 18/10/2017 - 16:30

Avevo il dubbio che mastella non fosse esattamente un'aquila, ora non ce l'ho più... Va bene che è stato assolto, ma adesso che non si senta in dovere di rompere le balle tutti i giorni