Da Valdes a Lampard ed Eto'o. Gli affaroni per il nostro calcio

Ecco la squadra che va in scadenza di contratto. Liberi da giugno, subito sono un grande colpo. Mou licenzia Cole che va al Natale dell'Arsenal

Un mito sta lasciando la porta del Barça. Dovrebbe rientrare proprio in questi giorni dopo l'infortunio al gemello del polpaccio della gamba destra che lo ha tenuto fuori diverse settimane, ma a giugno il trentunenne Victor Valdes si libera a parametro zero e da domani può prendere accordi con qualsiasi club. Due di Ligue 1 su di lui, Psg e soprattutto Monaco. Laurent Blanc si è inserito solo nelle ultime settimane e per molti sarebbe solo un avviso all'attuale numero uno Salvatore Sirigu che sta rinnovando con ritocco dell'ingaggio. Valdes ha spiegato il momento e le sue motivazioni, quasi uno sfogo: «Si è sempre dubitato di me, è sempre la stessa storia. Soltanto chi è stato al Barcellona può giudicare le mie prestazioni, sono qui da tante stagioni e ne ho viste di tutti i colori. Ora non mi dispiacerebbe andare all'estero per conoscere un nuovo tipo di calcio». C'è la Fiorentina che non ha mai smesso di pensarci e proprio in queste ore c'è la conferma delle attenzioni che Vincenzo Montella sta dedicando al reparto difensivo: Nemanja Vidic, 33 anni. Il fortissimo centrale dello United è in scadenza e potrebbe anticipare il suo addio. Già otto anni fa, con Prandelli alla guida dei viola, ci fu un intempestivo annuncio del suo ingaggio quando il serbo giocava nello Spartak Mosca, poi invece arrivò prima Alex Ferguson. Un'altra icona è in scadenza, John Terry, 32 anni, in cima ai desideri di Roberto Mancini per questo mercato del Galatasaray. I due si conoscono bene, se il Mancio cerca un difensore di esperienza e caratura internazionale per il suo reparto arretrato, Terry è una certezza, con Josè Mourinho che gioca ad allontanarlo e riavvicinarlo al Chelsea. Prima ha accusato Rafa Benitez: «Ha rovinato la sua autostima, Terry è finito». Poi l'ha lodato pubblicamente: «In questa stagione sta giocando fantasticamente bene». Secondo i tabloid John Terry rinnoverà per un'altra stagione, ma con Rafa non si è lasciato male, occhio al Napoli.

Per il ventiduenne Martin Montoya non mancano le pretendenti. Il talento del Barcellona non rinnova e oltre a Tottenham e Liverpool c'è anche la Roma, in Spagna ne sono certi, non gioca, è scontento, se ne andrà. Per un difensore che lascia la Liga, ce n'è un altro che potrebbe entrarci, è Ashley Cole del Chelsea. Il Real Madrid di Ancelotti, che lo straconosce, è in attesa, mentre a Londra infuria la polemica perchè lui si è presentato alla festa di natale dell'Arsenal, scatenando Mourinho che lo ha messo sul mercato. Lo vogliono anche Tottenham, Liverpool e Psg, l'interesse di Ancelotti sarebbe identico a quello per Pirlo: se non rinnovi, qui sei ben accetto. E Josè avrebbe già pronta la ritorsione contro il Madrid: Xabi Alonso. Se venisse confermato l'acquisto di Ilkay Gundogan dal Borussia Dortmund, Xabi Alonso andrebbe ufficialmente sul mercato, e ci sono anche Juventus e Napoli, sebbene il suo ingaggio da 7,5 mln lordi a stagione metta paura.

Blaise Matuidi, 26 anni, scuderia Mino Raiola, era stato proposto alla Juventus in caso di partenza di Paul Pogba, scuderia Mino Raiola. L'astuto procuratore aveva trovato un ottimo ingaggio per Pogba e per lisciare Marotta aveva proposto il centrocampista del Psg a parametro zero. Adesso Marotta non disdegnerebbe di averli entrambi, uno al fianco dell'altro nella nuova Juve. Ma c'è Riccardo Bigon che non si sta perdendo una sola partita di Matuidi. Diego è all'addio con il Wolfsburg, in Europa è bruciato, il Santos sta trattando il suo ritorno in Brasile. Clamorosa l'ultima intervista rilasciata da Jean-Pierre Bernes su l'Equipe. L'agente di Jeremy Menez ha frenato sul possibile addio del suo assistito al Psg con relativo approdo alla Juventus: «Perché dovrebbe partire? Le cose possono cambiare velocemente e a suo favore». Inaspettatamente Josè Mourinho è stato durissimo con Samuel Eto'o: «Lo critico perché ancora non riesce ad adattarsi alla Premier, prima lo farà, prima comincerà a divertirsi». Con il Chelsea il 29 agosto 2013 ha firmato un annuale con opzione per il secondo da 6 milioni più bonus. Su Canal+ la bomba della Bundesliga: «Il prossimo 2 gennaio Lewandowski firmerà un contratto di 4 o 5 anni con il Bayern Monaco». Il mercato però apre il 3.