Tra Suv compatti, ibride ed elettriche

L'offerta privilegia i temi "green" e la mobilità futura. Ma le assenze sono molte

L'assenza a Francoforte di alcuni marchi, da Fca a Volvo, da Peugeot a Tesla, riduce in parte il panorama di ciò che vedremo sulle strade nei prossimi mesi. Tuttavia non rischia di compromettere la visione delle nuove tendenze, orientate su due filoni importanti. Se si analizzano le nuove proposte, appare infatti evidente un impegno nel segmento dei Suv compatti e nel campo delle tecnologie legate alla trazione elettrica e ibrida. Gli sport utility e crossover confortevoli ma dalle dimensioni non troppo abbondanti viaggiano a gonfie vele in Europa, ed è pertanto naturale che in Germania siano presenti nuove generazioni di modelli già affermati, che si affiancano a progetti inediti. Bmw presenta così la nuova generazione della X3, il Suv intermedio della gamma, destinato nel prossimo futuro a essere equipaggiato con motori a emissioni zero.

Sempre in tema di Case tedesche, il Gruppo Volkswagen si è impegnato in questo campo con tre dei quattro marchi: Vw, Seat e Skoda. Nel primo caso la novità si chiama T-Roc, un crossover che completa verso il basso l'offerta già composta da Tiguan e Touareg. Il giorno dell'apertura del Salone di Francoforte sono invece iniziate le ordinazioni per la Seat Arona, il Suv che sfrutta la medesima piattaforma della Ibiza. La Karoq di Skoda rappresenta invece l'erede della Yeti, che abbandona l'impostazione da multispazio tuttofare per acquisire l'aspetto di un più attuale crossover che sarà disponibile con 5 diversi motori.

Tra le novità più attese non manca la rinnovata Duster, con la quale Dacia conta di consolidare la posizione acquisita con un modello apprezzato per il rapporto qualità/prezzo superiore alla media. Un ruolo importante in questo segmento è svolto anche dai coreani, che si sono preparate il 2018 con due modelli che condividono piattaforma e meccanica, ma si distinguono a livello estetico. Hyundai lancia infatti la Kona, caratterizzata da un aspetto più convenzionale, mentre Kia punta decisamente su un progetto non convenzionale, con la Stonic dalle forme muscolose. Non è infine una novità, ma sarà sicuramente della partita tra le compatte la Jaguar E-Pace, crossover dagli ingombri più ridotti rispetto alla F-Pace, che unisce eleganza e carattere.

Per quanto riguarda le ibride, tanti i prototipi che anticipano le future tecnologie in materia, come la Hy-Power che sfrutta la base già affermata della Toyota C-Hr, ma ci sono anche le concept di Mini, la Bmw i5, la Vw I.D. Crozz, Honda Ev e la piccola Smart EQ fortwo elettrica. A questi si aggiunge la Mercedes Amg Project One, che non interpreta l'ibrido in funzione green, ma delle prestazioni (oltre 1.000 cv). Per chi invece le supercar le chiede convenzionali, ecco le vere auto da sogno: Bentley Continental Gt, Lamborghini Aventador S Roadster e Ferrari Portofino. La nuova Porsche Cayenne completa il quadro.