Svezia e Irlanda non si fanno male: finisce 1-1 allo Stade de France

Svezia e Irlanda non si fanno male: allo stade de France finisce uno a uno con le reti di Hoolahan e l'autorete di Clark

Finisce uno a uno allo Stade de France tra la Svezia del ct Hamren e l’Irlanda di O’Neill che hanno dato vita ad una gara ricca di emozioni e di occasioni da rete. Il primo tempo è stato totalmente ad appannaggio della nazionale irlandese che ha avuto 4 palle gol nitide per portarsi in vantaggio. La rete dell’Irlanda, però, arriva nella seconda frazione grazie al gran gol di Hoolahan. La Svezia reagisce e trova il pareggio con una bella azione conclusa in rete dal difensore irlandese Clark. Pareggio sostanzialmente giusto tra le due nazionali che fanno parte del girone dell'Italia che tra meno di un'ora farà il suo esordio ad Euro 2016 e sfiderà il Belgio di Marc Wilmots.

Si chiude sullo 0-0 il primo tempo, allo Stade de France, tra l’Irlanda del commissario tecnico O’Neill, che ha giocato nettamente meglio rispetto alla Svezia di Hamren che non è mai riuscita ad imbastire un’azione di gioco. L’Irlanda è parsa più in palla e pericolosa con quattro grandi occasioni da rete create contro le zero di Ibra e compagni. Al 9 minuto Hendrick calcia dal limite dell’area: Isaksson la mette in angolo. 11’ minuto: Lustig la gioca su Berg che prima di arrivare alla conclusione viene anticipato da Randolph. Al 17’ il difensore irlandese O’Shea si mangia il gol del vantaggio: Brady batte il calcio d’angolo, spizzata di Clark che devia il pallone che l’ex difensore dello United non riesce ad impattare da un metro. Niente Svezia e niente Ibrahimovic che lotta ed aiuta i compagni ma non riesce mai a far male ai centrali di O’Neill. Minuto 29, Brady fa tremare la Svezia: il giocatore del Norwich lascia partire un gran tiro che termina di poco alta. 32 minuto: traversa dell’Irlanda con Hendrick che calcia di destro, di prima intenzione, colpendo il montante. Al 39’ si vede Ibra che prova un tiro, velleitario, che si spegne a lato. 41’ altra palla delicata di Brady per Long che anticipa i difensori svedesi ma non riesce ad arrivare sul pallone.

Il secondo tempo inizia subito con un tiro in porta del solito Hendrick: para Isaksson. Al minuto 47 la Svezia capitola: grande azione sulla destra di uno scatenato Coleman, il cross a uscire è colto con un gran tiro al volo di destro da parte di Hoolahan che porta in vantaggio i suoi. La Svezia reagisce subito al 50: angolo di Kallstrom, Clark svirgola e rischia l’autorete ma è bravo il portiere Randolph a respingere, sulla respinta arriva come un falco Forsberg che calcia alto. Al 51’ ancora un brivido in area irlandese con Coleman che rimpalla Ibrahimovic in angolo. La Svezia sembra essersi svegliata dopo il gol subito e Ibrahimovic sta facendo valere maggiormente la sua fisicità e al minuto 60 va vicino al gol: cross di Olsson e tiro di prima intenzione di Ibra che va fuori di poco. 65 minuto ancora Ibrahimovic su cross di Olsson: la posizione dell’ex Psg è però irregolare. Al 71’ arriva il gol de pareggio della Svezia con una grande azione corale: il neo entrato Guidetti la gioca di tacco per Ibrahimovic che la mette in mezzo di sinistro e Clark fa autogol anticipando Larsson. Minuto 73’ arriva la reazione dell’Irlanda con il solito Hendrick che calcia di destro da posizione defilata: para Isaksson. 78’ entra Robbie Keane per l’Irlanda. Minuto 82, ancora Ibrahimovic che non riesce ad arrivare sul pallone che attraversa l’area e termina a lato. Non succede più niente di significativo fino al 93 minuto: finisce 1-1 tra Irlanda e Svezia che mettono insieme il primo punto nel girone E.