Szczesny croce e delizia. Strootman non vale gli avvocati

7,5 SZCZESNY Provoca il rigore ma si fa perdonare parandolo alla grande: seconda prodezza stagionale dopo quella su Palladino.

6,5 RUDIGER A suo agio anche sull'esterno. Regge l'urto di Niang e riesce anche a mandare in porta Dzeko.

6,5 MANOLAS Con la velocità riesce quasi sempre a metterci una toppa, tranne che nell'occasione del rigore. Al «piccoletto» Lapadula fa vedere i muscoli.

6,5 FAZIO Lui invece veloce non è, quindi si affida (con successo) al senso della posizione.

5,5 EMERSON Soffre Suso, sia quando viene puntato sia quando lo spagnolo si accentra.

6 DE ROSSI Bene come distruttore di gioco, la regia invece è un po' troppo scolastica.

5,5 STROOTMAN La battaglia legale per farlo giocare non è ripagata da una prestazione all'altezza.

6 BRUNO PERES Con De Sciglio è un duello rusticano, che finisce dopo 40' per ko del romanista. (dal 42' pt EL SHAARAWY 6 L'ex rossonero ci mette un po' a entrare in partita: sgomma due volte solo nel finale).

7 NAINGGOLAN Soffocato per un'ora, appena gli lasciano uno spiraglio si inventa l'arcobaleno che decide la partita.

6 PEROTTI Abate lo costringe a girare al largo. Dopo l'infortunio di Bruno Peres si sposta a destra e va un po' meglio, ma solo un po'.

7 DZEKO Sue le occasioni migliori del primo tempo romanista, una parata e una fuori di un niente. Bravo anche a manovrare lontano dalla porta.

All. SPALLETTI 6,5 Schiera una Roma ordinata, che poi lo ripaga con la maggiore qualità.