Szczesny sibillino: "Totti? Per me il vero capitano della Roma era De Rossi"

Szczesny ha esaltato le qualità di Totti ma ha svelato: "Per me De Rossi è stato sempre il vero capitano della squadra. Totti era una leggenda del club ed era una figura forte, ma forse il troppo amore dei tifosi non faceva bene alla Roma"

Wojciech Szczesny ha vestito la maglia della Roma per due stagioni, dal 2015 al 2017. Il polacco ha collezionato 81 presenze complessive con i giallorossi prima di essere ceduto dall'Arsenal, che deteneva il suo cartellino, ai rivali della Juventus. Il polacco dopo una stagione passata all'ombra del mostro sacro Gigi Buffon, si è preso la titolarità della porta grazie all'addio del 41enne di Carrara che ha deciso di approdare al Psg. Szczesny si sta dimostrando un ottimo portiere, affidabile, solido e sempre concentrato: se la Juventus è andata avanti in Champions lo si deve anche alla sua parata su Griezmann al Wanda Metropolitano.

Szczesny ha passato due anni importanti a Roma, ha giocato con fuoriclasse del calibro di Francesco Totti e ai microfoni del canale YouTube 'Foot Truck' ha dato la sua personale opinione sul troppo amore dei tifosi giallorossi per il Pupone:"Totti? Francesco è una grande figura, sia per la reputazione che per le qualità. L’innamoramento dei tifosi nei suoi confronti forse non faceva bene alla società e alla squadra". Il numero uno della Juventus ha poi tirato in ballo anche Daniele De Rossi, riservando forse una piccola stoccata a Totti: "De Rossi? Per me è stato sempre il vero capitano della squadra, dello spogliatoio. Totti era una leggenda del club ed era una figura forte, probabilmente lo era anche più della squadra. Da un certo punto di vista c’era Totti e c’era la Roma. Daniele invece è stato veramente l’anima dello spogliatoio, con un carattere eccezionale ed è veramente un grande calciatore".