Tavecchio rimanda a giugno la scelta del ct dell'Italia: "Ora i big sono impegnati"

Tavecchio ha parlato dell'elezione del nuovo ct dell'Italia: "Prendere una decisione prima di giugno credo sia difficile: tutti i big sono sotto contratto"

Carlo Tavecchio, commissario straordinario della Lega calcio di Serie A, a margine della presentazione dell'Album Panini 2017-2018 ha parlato della scelta del nuovo ct della nazionale italiana di calcio dopo la debacle di novembre contro la Svezia. Ecco le sue parole: "Il nuovo ct? Dal giorno dopo Italia-Svezia ho avuto contatti positivi con tanti in mezza Europa, ma prendere una decisione prima di giugno credo sia difficile: tutti i big sono sotto contratto".

Tavecchio è poi tornato a parlare della mancata qualificazione ai Mondiali del 2018 in Russia e dell'elezione del nuovo Presidente della Figc: "In questo momento molti mi fanno quasi le condoglianze, ma io sto benissimo e parlo di calcio quasi tutti i giorni. Noi stavamo provando a cambiare il calcio. Il nostro calcio è un sistema di mani incrociate. Chi dopo di me in Figc? Finora non ho detto una parola, se ci sarà il momento dirò anche io qualcosa. Per ora non spendo nessun endorsement. Spero che la competizione sia serena e vinca il migliore. Se è vero che la Federazione è composta da componenti, ognuna non può esimersi dall'individuare un soggetto".