Telstar 18, ecco il nuovo pallone dei Mondiali 2018

Grande curiosità su Telstar 18, il pallone con cui si giocheranno i Mondiali 2018. L' Adidas ripropone una versione moderna del primo pallone che produsse per i Mondiali 1970, dal design inconfondibile e con incredibili contenuti innovativi

Si chiama Telstar 18 , il pallone firmato Adidas con cui si giocheranno i mondiali 2018.

Per l'occasione il brand tedesco propone una versione rinnovata di Telstar, il primo prodotto da Adidas, per i mondiali di Messico 70, che ha segnato tutte le generazioni a venire dei palloni da calcio. Fu infatti il primo di sempre con i dodici pentagoni neri su fondo bianco, che cambiò non soltanto il design dell'epoca ma anche la trasmissione televisiva, il pallone infatti cosi disegnato risaltava perfettamente alle telecamere dei primi mondiali trasmessi in tv in bianco e nero. Il nome scelto rappresentava l' unione tra le parole television e star ma rimandava anche al primo satellite geostazionario, che consentiva le prime telecomunicazioni della storia che appunto si chiamava Telstar.

Da un punto di vista tecnico, Telstar 18 rappresenta una aggiornata evoluzione di Brazuca, il pallone ufficiale di Brasile 2014. I pannelli termosaldati restano 6 ma hanno una forma poligonale e non più curva, che rispetto ai palloni ufficiali del passato dovrebbe assicurare maggiore tenuta e resistenza. La struttura sembra essere progettata per attenuare la capacità di discesa e i repentini cambi di direzione mentre il pallone è in volo, tutto ciò dovrebbe favorire maggiormente i portieri rispetto agli attaccanti, troppo spesso in difficoltà con traiettorie difficili da leggere. All'interno avrà un chip integrato, che consentirà di interagire con l'oggetto attraverso lo smartphone. Ogni pallone genererà un codice identificativo unico, capace di sbloccare contenuti esclusivi per tutti gli appassionati, una novità assoluta nel mondo del calcio.

Manca poco al fischio di inizio e sarà sicuramente molto interessante osservare le imprendibili punizioni di Cristiano Ronaldo o le inconfondibili conclusioni di Messi con il nuovo pallone Telstar 18.