Tennis, grande impresa di Fognini: battuto Nadal a Barcellona

L'azzurro vince in due set contro lo spagnolo sotto gli occhi della Pennetta a bordo campo

Fabio Fognini durante uno scambio del match contro Rafael Nadal

E due. Fabio Fognini batte per la seconda volta consecutiva Rafael Nadal. Ancora sulla terra battuta, dopo Rio de Janeiro, Barcellona, torneo spagnolo che non fa parte dei Masters 1.000 ma a cui il maiorchino è molto legato. E stavolta il ligure vince in soli due set: 6-4, 7-6(6), ma soprattutto mette sulla terra rossa catalana un piglio e una convinzione da top ten. Nadal invece mostra le stesse lacune fisiche già evidenziate a Montecarlo e, soprattutto, non appare in giornata di grazia. Forse anche per merito dell'azzurro che, con la fidanzata Flavia Pennetta seduta a bordo campo con treccia sbarazzina, si esalta e mette alle corde il fenomeno spagnolo. È il primo tennista a battere Nadal due volte di fila sulla terra in tutta la carriera del maiorchino.
Il primo set corre via liscio, combattuto fino al 5-4 per Fognini. E sul servizio di Nadal ecco due set point. Fabio sfrutta il secondo con una volée alta.

Il ligure, dopo i progressi messi in mostra a Montecarlo (sconfitto da un Dimitrov in giornata di grazia), sciorina un tennis rapido e incisivo. Senza pause. Pesanti e profondi i colpi da fondo campo, grandissime smorzate anche in recupero e ottime chiusure a rete (il doppio con Bolelli serve eccome). Nel secondo set Nadal prova a scappare subito con un break arrivato dopo un game interminabile. Ma Fognini non spacca la racchetta, non insulta mezzo mondo e non litiga con i raccattapalle. Sta lì, concentrato e lotta punto su punto. Clamoroso un recupero dai teloni di fondo di campo dopo uno smash di Nadal con punto portato a casa e dedica alla Pennetta lì a mezzo metro che si scioglie in un sorriso. Lo spagnolo si innervosisce e perde la misura dei colpi. Sul 4-4 Fognini si fa strappare il servizio, ma va al controbreak immediato. Poi, nel tie break, è lucido e gestisce bene il vantaggio accumulato in avvio. E così arriva la vittoria in due ore e un minuto. Ora l'obiettivo è non sciupare tutto domani ai quarti contro l'altro spagnolo Pablo Andujar.

Commenti

hectorre

Ven, 24/04/2015 - 00:01

braccio meraviglioso, se usasse sempre anche il cervello la top ten è sua!!!

patrenius

Ven, 24/04/2015 - 07:39

Che Fognini ha i numeri per essere grande lo sappiamo da un pezzo. Se qualcuno( Pennetta?) riesce a mettergli la testa a posto e gli fa capire che essere un campione costa anche sacrifici, beh... allora può arrivare ovunque.

linoalo1

Ven, 24/04/2015 - 11:34

Se si tagliasse la barba e si mostrasse meno presuntuoso,forse sarebbe gradito a molti più Italiani!Mi spiace solo per la Pennetta che deve subirselo!