Tennis, al via WimbledonFederer tra settebello e oro

Lo svizzero cerca il settimo titolo, Nadal e Djokovic permettendo. Roger fa anche le prove per il torneo olimpico che si giocherà qui

Nick Newlife non ha avuto dubbi: era il 2003 quando Wimbledon si trovò improvvisamente davanti a un fenomeno e quel signore di Oxford decise che Roger Federer valeva una fortuna. Così prese 1500 sterline, le puntò su quello strano svizzero con la racchetta scommettendo che sarebbe stato come Sampras, ovvero che sarebbe riuscito a prendersi per sette volte la coppa dalle mani del Duca di Kent. E poi si mise ad aspettare, perchè 1500 per 67 - ovvero la quota di allora - fa circa 100.000, la somma che Mister Nuovavita potrebbe intascare in caso di un ennesimo successo di Roger. Potrebbe però, perchè Newlife nel frattempo è morto (ma la sua vincita andrebbe comunque in beneficenza come da lui deciso a suo tempo) mentre il sogno di Federer è ancora vivo.

Anche se ormai pare - anche questa - una vera scommessa.
Insomma, ricomincia il torneo più esclusivo dell’anno, quest’anno con la particolarità che una volta strappata tutta l’erba nelle due settimane di gioco, ci si rivedrà sugli stessi campi tre settimane dopo per la caccia dell’oro olimpico. Che in effetti è l’obbiettivo dichiarato di Super Roger, l’unico per cui commuoversi ancora. Anche se poi quando si entra nelle Doherty Gates non c’è giorno in cui non ci si chiede se Federer ce la farà ad aggiungere il settimo sigillo.

Intanto però ci sono i tabelloni pronti e in fondo la solita sfida Djokovic contro Nadal, i due capaci in questi anni di adattarsi ad un erba sempre più battuta e ad arrivare là dove nessun terraiolo di una volta avrebbe saputo fare. È, in fondo, il segno dei tempi e del cambio del capogiardiniere, il quale - di nome Eddie Seaward - fa sapere che se qualcuno ha qualcosa da obbiettare può sempre fare reclamo. Ovviamente a Wimbledon nessuno si azzarda.
Per cui si comincia alle 14 (e anche su Sky, che come al solito dedicherà diversi canali all’era più verde del tennis, quello 3D compreso) sul campo centrale con Djokovic contro Ferrero, ma ancor prima la spedizione dei 15 italiani inizierà la sua avventura in giro per l’All England Lawn Tennis an Crocquet Club. E se tra gli uomini Seppi arriva dalla finale a Eastbourne contro il redivivo Roddick, tra le ragazze - con la Errani in cerca di conferme in singolare e in doppio con la Vinci - c’è da segnarsi in derby di questa mattina tra Flavia Pennetta e Camila Giorgi. Per la quale, essendo da tempo giudicata ench’ella una scommessa, potrebbe essere arrivato davvero il momento giusto. Basta crederci.