Terapia medica non denunciata Acerbi positivo

Un nuovo caso di doping ma con molte controindicazioni.
Il giocatore del Sassuolo, Francesco Acerbi è stato trovato positivo ad un test del Laboratorio Antidoping di Roma alla Gonadotropina Corionica, come comunica il Coni.
La positività del calciatore è stata riscontrata al controllo antidoping effettuato al termine della gara di Serie A Cagliari-Sassuolo del 1° dicembre 2013. L'Ufficio di Procura Antidoping, verificato che non sussistono esenzioni terapeutiche rilasciate dai competenti organismi nazionali ed internazionali per la sostanza riscontrata, ha notificato a Francesco Acerbi - quale atto dovuto - il predetto esito avverso e ha richiesto la conseguente sospensione dello stesso alla competente sezione del TNA. Il difensore del Sassuolo a luglio scorso era stato operato per un tumore al testicolo. La Gonadotropina corionica potrebbe far parte della terapia seguita dal giocatore. La positività, quindi, in tal caso sarebbe legata ad un'errata procedura nella comunicazione alle autorità antidoping.