Toh! Il Real su Ibra. Per i rossoneri si fa dura

Le ultime sul calciomercato. Fiorentini e arabi si scontrano sul web per "l'idolo" Salah. Anche la Juve va su Romagnoli

Su Mohammed Salah c'è un aggiornamento di quelli che mettono ansia. Sul profilo facebook della Fiorentina è in atto uno scontro fra i tifosi viola che lo accusano di non aver accettato di restare e quelli arabi che lo difendono auspicando la maledizione dei Faraoni sull'intera città di Firenze. Non è il momento migliore per scherzi di questo genere, sull'egiziano è piombato l'Al Jazira che gli ha offerto 6 mln a stagione, non è detto che sia il tentativo di farne un simbolo ma Mohammed ha declinato e domani sarà a Londra per rispondere alla convocazione del Chelsea. Al Jazira è il club della vicenda Gervinho e sta assurgendo a collante delle nostre avventure calcistiche.

Il mercato ha rallentato, adesso è una grande scatola cinese dove la prima mossa porta a cascata il resto dei movimenti. Daltronde l'uscita del presidente Agnelli è un assioma incontrovertibile: nessuno è incedibile fino al 1°settembre. Modo garbato e furbo per non sbattere la porta e tenere tutti all'erta. Vidal resta obiettivo Wenger, su Pogba c'è una dichiarazione di Bartomeo che fra pochi giorni dovrà dimettersi in vista delle elezioni presidenziali: «Per quest'anno non prenderemo Pgba il progetto sportivo non lo prevede». In realtà non lo prevede il fair play finanziario che strozza il Barça ma anche questa è solo una dichiarazione di facciata, insignificamnte per giunta, e poi il mercato non ha regole, perchè volergliene dare per forza. Mentre Agnelli spiegava che Tevez era ancora un giocatore della Juve, in un angolo Marotta informava che a breve ci sarebbe stato l'annuncio del Boca. Ce n'è per tutti: è uscito un profilo del turco Ilkay Gundogan, centrocampista del Dortmund nel radar Milan, che lo stronca. Operato due anni fa per un'infiammazione alle radici spinali, è rimasto senza calcio ma con un mal di schiena cronico fino a ottobre scorso quando è rientrato senza ripetersi ai livelli precedenti, ha rifiutato Psg e Manchester Utd, Bayern e Barcellona lo hanno seguito e poi scaricato. Il Milan si sarà informato, anche se adesso è uscita questa indiscrezione del Madrid che vuole Ibra: triennale a 12mln, 6 al Psg. E Mino Raiola è corso a Parigi. Il Milan si stava portando avanti con la cessione di Hachim Mastour per 6mln al Psg, la medesima cifra del costo del cartellino di Ibra, anche se da via Aldo Rossi ripetono che le due operazioni non sono collegate. A su Alessio Romagnoli c'è adesso prepotente anche la Juventus.

Ce n'è anche per l'Inter. Pugno duro del Galatasaray con Felipe Melo: «Ha detto che non ci raggiungerà in ritiro - ha rivelato il tecnico Hamza Hamzaoglu -, ma è sotto contratto ed è tenuto a presentarsi in campo il 10 luglio. In caso contrario se ne occuperà la dirigenza». Non è detto che ci sia dietro ancora e per forza l'Inter, e poi questo di Melo non sembra avere i prodromi del nuovo tormentone. Lo United vuole Darmian, l'Arsenal non molla Higuain, Ogbonna al West Ham, il Monaco cerca Llorente, baratto fra Inter e Dortmund per Shaqiri-Perisic, Schalke su Nagatomo, il Napoli vuole Rugani, Zaza ha firmato un quinquennale con la Juve, ma l'incursione del Madrid su Ibra adesso complica tutto, anche se è più probabile che sia stato il Psg a chiamare Florentino per chiedergli Benzema.

Commenti

Tikitaka

Mer, 08/07/2015 - 11:42

Al REal farebbe panchina mentre al Milan sarebbe punta titolare.

camucino

Mer, 08/07/2015 - 12:00

Solo milanista da sempre. Spero che il "simpatico" Ibra NON ritorni al Milan. Vada alla Juve o all'Inter. O resti dov'è, visto che è molto amato...