Il Torino cade in casa contro il Lecce: 1-2 e aggancio all'Inter fallito

Le reti di Farias e Mancosu hanno permesso al Lecce di piegare il Torino di Mazzarri che fallisce così l'aggancio all'Inter. Proteste granata nel finale di partita per un presunto fallo di Rispoli su Belotti non giudicato da rigore dall'arbitro

Il Lecce di Fabio Liverani vince la sua prima partita in campionato e lo fa piegando un avversario ostico e fisico come il Torino di Walter Mazzarri che invece cade dopo che aveva ottenuto sei punti nelle prime due giornate e che fallisce così l'aggancio in vetta alla classifica all'Inter di Antonio Conte. I gol della vittoria, uno per tempo, portano la firma di Diego Farias e Matteo Mancosu che hanno reso vano il gol del pareggio siglato dal Gallo Belotti su calcio di rigore. I salentini hanno giocato a viso aperto contro i granata che oggi sono apparsi stanchi, nervosi e non aggressivi come al solito. Episodio da moviola al minuto 98' con il Torino che reclama un altro rigore ma con l'arbitro che dopo aver consultato il Var non giudica da rigore l'abbraccio di Rispoli su Belotti. Con questo successo il Lecce muove la classifica e vola quota 3 punti, mentre il Torino resta fermo a quota 6.

Il Lecce parte forte nei primi minuti ma all'8' è Berenguer a sfiorare il vantaggio su assist di Belotti ma lo spagnolo non ci arriva di un soffio. Al 22' ancora Berenguer è altruista e invece di calciare in porta davanti a Gabriel serve Belotti che non ci arriva di un soffio. I salentini salgono di intensità con Falco scatenato e al 35' ecco il vantaggio degli ospiti con Farias che insacca dopo che Sirigu ha respinto il tiro di Falco. Lapadula si rende pericoloso al 39' e Rincon prova la botta da fuori area al 43 ma senza fortuna. In pieno recupero De Silvestri sfiora il vantaggio ma il suo colpo di testa termina alto sopra la traversa.

Nella ripresa Belotti segna al 54' ma l'arbitro annulla per fuorigioco dello stesso Gallo. Al 55' il Lecce rischia l'autorete e un minuto dopo il direttore di gara punisce con un calcio di rigore l'intervento di Tabanelli su Zaza: dal dischetto il capitano del Toro incorna Gabriel. Tachtsidis cerca l'incrocio dei pali al 71': l'idea è buona la precisione meno. Calderoni stocca di sinistro al 73', Sirigu respinge ma la palla termina sui piedi di Mancosu che non sbaglia. Sirigu al 77' salva tutto sulla conclusione volante di Babacar servito da Calderoni e un minuto dopo Belotti corre in contropiede e poi va al tiro con Gabriel che respinge in angolo. Babacar sfiora il tris all'88' ma il suo tiro si spegne sul fondo. Gabriel salva tutto su Verdi al 90' e poi sul tentativo di autorete di Lucioni. Al 98' l'arbitro viene richiamato dal Var per giudicare un abbraccio di Rispoli su Belotti.

Il tabellino

Torino: Sirigu; Izzo, Djidji, Bonifazi; De Silvestri (80' Laxalt), Baselli (72' Verdi), Rincon, Meïté, Ola Aina; Berenguer (46' Zaza), Belotti

Lecce: Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Tabanelli, Tachtsidis, Majer (81' Shakhov); Falco; Lapadula (63' Babacar), Farias (63' Mancosu)

Reti: 35' Farias (L), 58' Belotti (T), 73' Mancosu (T)

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

maxmado

Mar, 17/09/2019 - 13:52

Che bello l?inter è intesta da sola dopo due anni e sappiamo bene quanto porti bene all'Inter cominciare il campionato in testa, no? Appunto, farà la solita fine, campione del calciomercato, anti-juve designata e poi superata dalla Roma (due anni fa) o dall'ottima Atalanta l'anno scorso.