Totti fa 300, ma Roma-Sassuolo finisce 2 a 2

La Roma, dopo il pareggio con il Barcellona in Champions League, non va oltre il pareggio in campionato contro il Sassuolo

La Roma, dopo il pareggio con il Barcellona in Champions League, non va oltre il pareggio in campionato contro il Sassuolo. I giallorossi all’Olimpico chiudono sul 2-2 recuperando per due volte lo svantaggio con Totti, gol numero 300 in giallorosso, e Salah, ai gol di Defrel e Politano, ma sprecando molto in avanti, concedendo troppo alla squadra di Di Francesco.

La Roma con questo pareggio sale a 8 punti in classifica, come il Sassuolo, allontanandosi dall’Inter capolista con 12 punti. Per l’occasione Garcia deve rinunciare all’infortunato Szczesny e rilancia dal 1’ De Sanctis tra i pali. A centrocampo si rivede Pjanic, ristabilitosi dall’infortunio al polpaccio rimediato in nazionale, per il resto mini turn-over lasciando a riposo Florenzi, Digne, Dzeko e Falque al cui posto schiera Maicon, Torosidis, Totti e Iturbe. Sul fronte opposto Di Francesco deve fare a meno dello squalificato Vrsaljko e a destra in difesa inserisce Gazzola. E a sorpresa, preferisce Politano, ex primavera giallorosso, a Sansone nel tridente d’attacco con Berardi in panchina. Sugli spalti continua lo sciopero della curva Sud. Il settore del tifo caldo giallorosso è semi-vuoto per protesta contro la divisione decisa dalla Prefettura. La Roma parte bene e al 2’ Iturbe entra in area sulla sinistra e prova il sinistro, ma la palla termina oltre l’incrocio alla destra di Consigli. Le squadra cercano di giocare, il Sassuolo è in grande condizione e al 15’ sull’angolo dalla sinistra di Duncan, Defrel prova la girata di controbalzo sul primo palo.

La Roma manovra ma fa fatica a trovare spunti offensivi. Al 21’ Lancio in area sulla destra per Totti il cui cross basso e teso non trova compagni pronti all’appuntamento. Un minuto dopo gli emiliani passano in vantaggio. Politano lancia al limite Defrel che evita Manolas e con un preciso sinistro insacca il pallone a fil di palo alla sinistra di De Sanctis. I giallorossi reagiscono subito con Rudiger che salta un uomo e prova il destro da 30 metri, abbondantemente al lato. Poi si scatena Salah. Pjanic mette l’egiziano solo davanti alla porta ma il numero 11 calcia troppo centrale di sinistro e si fa ribattere la conclusione da Consigli. La Pressione giallorossa si concretizza al 38’. Consigli regala il pallone a Pjanic che tocca immediatamente Totti che, in fuorigioco non rilevato, batte dal limite il portiere neroverde con un destro a fil di palo. È la rete numero 300 per Totti in maglia giallorossa.

La squadra di Garcia sulle ali dell’entusiasmo potrebbe raddoppiare al 42’ ancora con Salah che va via in contropiede sulla destra ma calcia in diagonale e Consigli si oppone con i piedi. Due minuti dopo Totti lancia in area ancora l’egiziano il cui destro al volo in girata sfiora il palo alla destra di Consigli. La Roma si scopre e il Sassuolo la punisce in contropiede. Al 45’ Floro Flores lancia in area Politano che con un preciso sinistro rasoterra in diagonale batte De Sanctis. Nel finale poi Defrel va via in area sulla destra a Rudiger e si presenta solo davanti a De Sanctis ma il portiere giallorosso mette in angolo e salva la Roma. Ad inizio ripresa la Roma trova subito il pari. Al 4’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Salah riprende una corta respinta della difesa del Sassuolo e con uno strepitoso esterno sinistro al volo dal limite infila l’angolo alla destra di Consigli. Un minuto dopo il pari Garcia toglie Iturbe ed inserisce Iago Falque, l’argentino esce visibilmente arrabbiato non saluta il tecnico e si infila direttamente nel tunnel degli spogliatoi scalciando dei tabelloni verso l’uscita. Poi tocca a Florenzi entrare al posto di Maicon e a Dzeko al posto di Totti. La Roma continua pressare per trovare la vittoria. Al 38’ ancora Salah protagonista con un sinistro a giro dal limite ma Consigli vola sulla destra e devia in angolo con la punta delle dita. Il Sassuolo punge in contropiede con Sansone e Berardi ma De Sanctis è attento. Poi nel finale grandi proteste della Roma. Lancio in area sulla destra per Rudiger che si gira e cade abbracciato da Peluso. Sembrava fallo netto del difensore ma l’arbitro Massa fa proseguire infrangendo i sogni di successo della Roma.