Tour de France, cronosquadre alla Bmc. Van Avermaet maglia gialla

Nella cronosquadre di Cholet, terza tappa del Tour 2018, vittoria per la Bmc di Porte. A 4'' la Sky di Froome, a 7'' la Quick-Step Floors e a 9'' la Mitchelton-Scott. Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) a 1'06''. Van Avermaet in giallo

Terza tappa del Tour de France, terza maglia gialla in altrettanti giorni. Al termine della cronosquadre di Cholet di 35,5 km, a vestire il simbolo del primato è il belga Greg Van Avermaet, che ha trionfato con la sua Bmc con un vantaggio di 4 secondi sulla Sky, 7 secondi sulla Quick-Step Floors e 9 sulla Mitchelton-Scott. Giornata importante in chiave classifica generale per Vincenzo Nibali. Lo Squalo, insieme ai suoi compagni della Bahrain-Merida, è arrivato al traguardo con un ritardo di 1 minuto e 6 secondi. Un risultato tutto sommato accettabile, che consente al campione siciliano di piazzarsi in classifica generale al 21° posto a 11 secondi da Froome, 13 da Landa, 14 da Zakarin e 15 da Porte. Più staccati Dumoulin e Uran, gli altri due avversari di Vincenzo per la vittoria finale che, in questo momento, hanno un vantaggio sul siciliano rispettivamente di 55 e 31 secondi.

Il Tour de France non smette di riservare sorprese. Dopo le vittorie nelle prime due tappe di Gaviria e Sagan, come vuole la tradizione è arrivata la cronosquadre a ribaltare le sorti della classifica generale. Come da pronostico, vittoria finale per la Bmc di Richie Porte. Il corridore australiano ha battuto i suoi rivali con una prestazione veloce per tutto il percorso, 35 km di strada disegnata attorno a Cholet. Dietro alla Bmc si sono piazzate la Sky di Froome e la Quick-Step Floors. Non male la Sunweb di Dumoulin, che soffre nel primo tratto ma si rifa nel secondo perdendo complessivamente 15 secondi dalla Bmc. Delude la Movistar di Quintana, Landa e Valverde, arrivata a 53 secondi. Risultato discreto per Vincenzo Nibali. La sua Bahrain-Merida è arrivata a 1'06'' dalla Bmc. La prestazione della squadra dello Squalo è stata condizionata dalla perdita di quattro compagni lungo il percorso, che ha costretto Nibali, i fratelli Izagirre e Pozzovivo a fare gli straordinari per limitare i danni. Il 21° posto nella generale non è da buttare via per lo Squalo, che è riuscito a perdere pochi secondi da Quintana - che in classifica generale lo seguo a un minuto - e a prenderne 9 su Bardet, che con il suo team AG2R è giunto al traguardo a 1'15'' dalla Bmc.

La nuova maglia gialla è il belga Greg Van Avermaet (Bmc).