Tour, si rivede Quintana: sua la maglia rossa

Nella tappa vinta dal connazionale Anacona, il giovane talento colombiano vincitore del Giro si avvantaggia sui big. In classifica lo seguono Contador e Valverde

Non se ne sentiva parlare praticamente dai primi di giugno, da quando aveva trionfato a Trieste con la maglia rosa del Giro d’Italia. Da allora, molto riposo e poi una lunga preparazione in silenzio. Improvvisamente, rieccolo: Quintana, il giovane fenomeno colombiano, è di nuovo leader della classifica generale, questa volta al Giro di Spagna.
Giornata tutta nel segno della Colombia, peraltro. Prima è Winner Anacona, che corre per l’italiana Lampre, a vincere la nona tappa, la Carboneras de Guadazaon-Aramon Valdelinares di 185 chilometri impegnativi. Il ciclista della Lampre si impone con un distacco di 45’’ sul kazako Aleksey Lutsenko, Astana. Terzo, un lieto ritorno: l’italiano Damiano Cunego, in ritardo di 50’’.
Ma i fatti veri accadono alle spalle, dove si corre la gara vera della classifica. Alla fine è Nairo Quintana ad avvantaggiarsi su tutti i big, andando a prendersi la maglia rossa di leader. La graduatoria lo vede adesso in vantaggio di poco, 3’’, su Alberto Contador. Subito dietro, a 8’’, l’ex leader Alejandro Valverde.
Domani primo giorno di riposo, martedì la ripresa con la cronometro di 36,7 chilometri, partenza dal Real Monasterio de Santa Marà de Veruela e arrivo a Borja. Certo una frazione a vantaggio dello specialista Contador, ma Quintana ha avvertito tutti: quando arriva la montagna, è lui il pericolo pubblico.