Tragedia Chapecoense, segna e si toglie la maglia per ricordare il fratello morto: ammonito

Il disastro aereo che ha colpito la Chapecoense è ancora vivo negli occhi di tutti ma l'arbitro non ha voluto sapere ragioni ammonendo Biteco

Era il 29 novembre del 2016 quando l'aereo della squadra brasiliana della Chapecoense, diretta in Colombia per giocare contro l'Atletico Nacional de Medellin, si schiantò sulle montagne. I morti furono 71 e la maggior parte erano calciatori della Chapecoense e tra questi c'era anche Matheus. La squadra brasiliana, tra l'altro, proprio qualche giorno fa, a 137 giorni da quella immane tragedia, ha vinto il suo primo titolo sul campo di gioco vincendo per 2-0 lo scontro diretto col Joinville conquistando con una gara d'anticipo il secondo turno del Campeonato Catarinense.

Nella partita valevole per la Coppa del Brasile, il Parana ha vinto per 2-0 sul campo del Vitoria e la seconda rete che ha deciso l'incontro è stata segnata da Guilherme Biteco, fratello dello scomparso Matheus. Il giocatore è subito scoppiato in lacrime e ha pensato di togliersi la maglia per ricordare il suo caro, ma l'arbitro è stato intransigente ed ha applicato il regolamente ammonendo Biteco per tale gesto.