Trattative in corsoper liberare Obodo

La polizia spera nel rilascio senza riscatto. La famiglia si chiude in silenzio stampa

Ancora nessuna novità su Christian Obodo, il calciatore nigeriano del Lecce rapito ieri nella sua città natale. La polizia locale sta trattando per liberarlo senza pagare il riscatto di 150mila euro richiesto dai rapitori. "Abbiamo la speranza di liberarlo sano e salvo - ha detto un portavoce - stiamo lavorando in collaborazione con tutti i gruppi di sicurezza, comprese le associazioni di quartiere".

La famiglia Obodo si è chiusa in silenzio stampa. Il fratello e il cognato del giocatore sono in Italia, ma si rifiutano di parlare con i giornalisti. Ieri Kennerth Obodo, anche lui calciatore, ha detto che il fratello Christian sta bene, ma che la sua famiglia non è in grado di pagare più di 100mila euro.

Commenti

claudiocodecasa

Dom, 10/06/2012 - 16:29

pagherà l'italia, ormai è risaputo, obodo o brodo, fa lo stesso, se non paga lui pagheranno gli italiani

a.zoin

Dom, 10/06/2012 - 17:24

Non e`una questione di razzismo,poiche`ho buone conoscenze tra loro. Pero`sono loro stessi che lo dicono;(non saranno percaso famigliari di obodo ad averla rapito ?) Con tutti i vo`CUMPRA`che ci sono in Italia ? Do un cosiglio agli Italiani,se andate in vacanza ,andate in posti sicuri e non fate ingelosire La popolazione del luogo. In questo modo SE NE STANNO A CASA LORO!!!!!!!!!!!!!! (QUESTO VALE SOPRATUTTO PER IL SIGNOR b e r s a n i .)

piedilucx

Lun, 11/06/2012 - 07:54

che paghi il suo paese ma non l'ho capita mica è cittadino italiano? vado anch'io fingo di farmi rapire e chiedo i soldi ai poveri deficienti della farnesina che tanto li danno perchè sono soldi degli italiani

ZannaMax

Lun, 11/06/2012 - 08:38

Ma lasciarlo li dove sta? Uno spreco di denaro in meno! Che paghino i genitori con i soldi del calciatore!!!!!!!!!!!!!