Treviso da regina del volley al purgatorio della B L'Amatori da padrona a fantasma del rugby

Anche Florentia e L'Aquila retrocesse. A Milano sotto calcio e basket solo macerie

Sono tante, purtroppo, le società storiche italiane incapaci, per un motivo o per l'altro, di restare al vertice. Poche nel calcio, tante nel basket, ma l'elenco delle nobili decadute è lungo. E colpisce tutte le discipline, dal volley al rugby, dal baseball all'hockey. In tempi di crisi, d'altronde, non tutti hanno la fortuna di chiamarsi Pro Recco e Juventus, due squadre che hanno alle spalle società che investono sempre di più. La pallanuoto resta l'unica disciplina nella quale, oltre al Recco, le migliori della classe si confermano al vertice: l'unica eccezione è la Rari Nantes Florentia (9 scudetti), retrocessa in A2 dopo la sconfitta ai play-out.

Nella pallavolo, tra le nobili decadute, su tutte va ricordata la Sisley Treviso, capace di vincere in poco più di una decade 9 scudetti e 4 Coppe Campioni. Ora, la stessa squadra che per due anni di fila riuscì a sfiorare il triplete, naviga nelle profondità degli abissi della Serie B, in cerca di una lenta ripresa. Treviso che, dopo grandissimi anni di volley, si difende grazie all'Imoco Conegliano, detentrice del titolo italiano al femminile. Non solo Sisley però: un'altra grande realtà della pallavolo, ma tra le donne, cioè la Scavolini Pesaro, ha cessato l'attività dopo il triennio d'oro 2008-10, in cui è riuscita a portare a casa tre scudetti, tre Supercoppe italiane, una Coppa Italia, una Coppa Cev e una Challenge Cup.

Il rugby, che a livello di club in Italia attraversa una fase quasi imbarazzante, è stato funestato dai disagi che hanno colpito due delle società più gloriose: da un lato l'Amatori Milano, 18 campionati vinti (l'ultimo ormai 11 anni fa), che dopo l'ultima stagione in B nel 2011-12 ha rinunciato addirittura per tre volte ad iscriversi al campionato; dall'altro lato c'è invece L'Aquila (5 scudetti) che è retrocessa nello scorso anno dall'Eccellenza alla serie A, la seconda serie ovale, pagando anche i disagi seguiti al terremoto che ha sconvolto l'intera provincia.

Sotto la Madonnina, diversamente rispetto a quanto accade nel calcio e nel basket, tra le storiche società in crisi ci sono il Milano Baseball 1946 e l'Hockey Milano Rossoblù. Entrambe, infatti, sono costrette a ripartire dai giovani e dalle serie minori per mancanza di fondi e di sponsor. Volati via col vento. SAr

Video che ti potrebbero interessare di Sport