Turchia, Arda Turan rinviato a giudizio: rischia 12 anni di carcere

Brutte notizie per Ardan Turan, il calciatore turco è stato rinviato a giudizio per aggressioni e molestie nei confronti del cantante Berkay e rischia fino a 12 anni di carcere

Triste epilogo per Arda Turan, il calciatore turco è stato rinviato a giudizio per aggressione e molestie nei confronti del cantante Berkay, dopo la rissa avvenuta la settimana scorsa in un locale di Istanbul.

Sempre al di sopra delle righe la carriera del talento turco, esploso giovanissimo nel Galatasaray di Fatih Terim. Si impone nell'Atletico Madrid di Simeone, esperienza che gli vale il passaggio al Barcellona per 36 milioni di euro, senza mai trovare feeling con Messi e compagni. Due campionati in mezzo in blaugrana prima del ritorno in patria all'Istanbul Basaksehir, dove comincia il suo declino. Nel maggio scorso arriva la squalifica record di 16 turni dopo aver spintonato un guardalinee, reo di non aver fischiato un fallo ai suoi danni.

Una carriera di eccessi dentro e fuori dal campo fino all'ultimo episodio della settimana scorsa, Turan si trovava in un locale di Istanbul quando si è reso protagonista di una violenta aggressione nei confronti del cantante Berkay, un'artista pop molto famoso in Turchia. La lite in cui il cantante ha riportato la frattura del naso e sarebbe stato minacciato dal calciatore con una pistola, sarebbe scaturita dalle insistite avances di Arda Turan alla moglie di Berkay.

Il calciatore è stato rinviato a giudizio per molestie sessuali nei confronti della donna, possesso illegale di armi e lesioni personali dolose al cantante Berkay, fattispecie di reato per cui rischierebbe fino a 12 anni di reclusione, conseguenze pesantissime che rischiano di compromettere seriamente la sua carriera.