Usa negano il visto a Maradona: troppo amico di Castro

L'ex campione argentino voleva portare il nipotino a vedere Disney World

Gli Stati Uniti negano il visto a Diego Armando Maradona, che voleva entrare in America per portare in vacanza a Disney World, in Florida, il nipotino Benjamin.
La decisione è stata presa dall'ambasciata americana di Dubai, dove il Pibe de Oro attualmente vive. La richiesta della famiglia dell'ex calciatore argentino, che oggi ha 52 anni, è stata bocciata a causa delle «relazioni pericolose» del campione con Fidel Castro e Chavez, due personaggi poco amati nei corridoi del potere di Washington.
La notizia è stata rivelata dal tabloid inglese Sun, che ha citato una fonte anonima interna all'ambasciata del Paese arabo. Secondo il quotidiano sarebbe stata una decisione politica legata alle frequentazioni dell'ex star del Napoli, che già in passato aveva ricevuto la porta in faccia dagli Stati Uniti e non ha mai negato le sue simpatie per il socialismo di stampo sudamericano. Tanto che da anni si è tatuato sul braccio il volto di Che Guevara.