Usain Bolt dice già addio al calcio: "Bella esperienza ma ora basta"

Usain Bolt ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo dopo la sua esperienza con i Central Coast Mariners: "È stata una bella esperienza. Mi sono davvero divertito a fare parte di una squadra, così differente dall’atletica"

Usain Bolt ha già deciso di dire basta con il calcio giocato. L'ex uomo più veloce del mondo ha appeso gli scarpini al chiodo dopo tanti provini, allenamenti sostenuti in giro per il mondo e dopo la doppietta realizzata in una sfida amichevole con i Central Coast Mariners. Il giamaicano avrebbe voluto un ricco contratto con gli australiani ma il club ha poi deciso che le sue prestazioni non fossero meritevoli di un accordo pluriennale e il tutto si è concluso con un nulla di fatto.

Bolt, ai microfoni dell'agenzia Reuters, ha spiegato: “È stata una bella esperienza. Mi sono davvero divertito a fare parte di una squadra, così differente dall’atletica. Non voglio dire di non averci creduto, ma credo che non l’abbiamo fatto nel modo in cui avremmo dovuto. Impari la lezione, vivi e impari. La vita sportiva è finita, mi sto indirizzando su altre attività professionali. Ho molti progetti in corso, diventerò un uomo d’affari”. L'ex fuoriclasse della velocità, uno dei migliori se non il migliore della storia, non è dunque riuscito a coronare il suo sogno, quello di diventare un calciatore professionista. Ora per lui si prospetta una nuova vita.