Valencia, il duro sfogo di Prandelli: "Via chi non lotta"

Prendelli si sfoga con i giornalisti: "Io oggi per la prima volta sono molto arrabbiato, sono molto deluso"

"Io oggi per la prima volta sono molto arrabbiato, sono molto deluso. Sto lavorando da due mesi con sacrificio, orgoglio, con la volontà di aiutare questa squadra a crescere". E' durissimo lo sfogo di Cesare Prandelli contro i suoi giocatori nel corso della conferenza stampa alla vigilia della trasferta del Valencia in casa della Real Sociedad. Un Prandelli che ha parlato in italiano, senza rispondere ad alcuna domanda per un paio di minuti. Tono pacato, ma fermo quello usato dall'ex ct della Nazionale. "Io voglio vedere una squadra che abbia il carattere e l'attitudine di soffrire per la maglia", ha dichiarato ancora.

"Io non ho mai parlato di mercato - ha proseguito Prandelli - ma prima voglio capire chi rimane qui con la voglia di soffrire. Chi non ha quella voglia, chi non ha quell'attitudine, quel carattere, quell'amore per la maglia: fuori. E' una cosa grave. Chi non è contento può andar fuori, poi parleremo di mercato". Quindi la conclusione: "Non è problema di moduli, di chi gioca o chi non gioca. È un problema di attitudine, di serietà e professionalità. È da due anni che questa società è in questa situazione, non è questione di due mesi. E tutti stiamo lavorando per far crescere questa società. Oggi non ci sono altre domande". (Clicca qui per guardare il video)

Commenti
Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Sab, 10/12/2016 - 06:00

Sei una fetenzia di persona Prandelli. Hai fallito con la Nazionale, dopo con il Galatasaray.. insomma dai.. ritirati. Non sei più degno di allenare squadroni. Vai a farlo, se ti prendono, con squadre fallite che tentano di risorgere. Vedi il Parma. Smamma.