Valentino fa una flebo al campionato. È di nuovo Rossishow

Dopo anni grigi la MotoGp torna a regalare spettacolo. Vale sbaglia, rimonta e umilia tutti tranne Lorenzo 1°

Finisce che lui vince, finisce che Jorge Lorenzo ricomincia da dove aveva concluso, in vetta al mondiale. Finisce soprattutto che il motomondiale si deve inchinare innanzi a una realtà che in molti avevano chi dimenticato e chi volutamente ignorato: lo show delle due ruote è soprattutto legato a un signore di 34 anni. Valentino Rossi. Padre e padrone del campionato. Capace di renderlo bello o brutto a suo piacimento, a seconda che commetta errori o compia imprese. Un signore che regala spettacolo ed emozioni non solo agli italiani, un signore che fa tutto e il contrario di tutto. Come ieri sera. Prima fa il peggio e sbaglia a raffica e per troppa foga e poi fa il meglio inanellando sul finale tempi da capogiro e rimonta spaventosa che a quattro giri dalla bandiera a scacchi lo porta a sverniciare Pedrosa per il podio e subito dopo a far lo stesso per il secondo gradino passando baby fenomeno Marquez. Un baby che però gli rende vita dura a lungo, lo ripassa, viene ripassato, e così facendo rende ancor più bella l'impresa del Dottore. Ma quanto si è divertito il Vale? Ma quanto si è divertita la Yamaha con la doppietta? Ma quanto è tornato a divertirsi il motomondiale? «Sì, dai, ci divertiremo» dice infatti il Vale raggiante di fine gara, «sì, dai puntavo a vincere e senza i problemi nei primi giri...» s'illumina «sì, dai, ringrazio la Yamaha che mi ha dato questa seconda possibilità».

Sì, dai, è festa vera per il campione ritrovato e per il campionato ritrovato. Un mondiale che ha bisogno delle sue rimonte e delle sue gare come dell'aria. Un mondiale comunque festival di incroci di storie umane. Altro che F1. Altro che metti la gomma e cambia la gomma e aziona l'ala e chiudi l'ala e ordini dai box e passa tu e passa lui. Qui solo uomini, uomini, uomini. Incroci umani su due ruote. E tanti e belli e tutti sul filo dei 340 all'ora, questa la velocità top registrata in quel del Qatar. Mica robetta. Incroci umani perché al via Valentino è parso il ragazzino che deve bruciare tutto per far bene e farsi vedere e andare in vetta al mondo e però trova sulla sua strada il Dovizioso Andrea che sulla moto che fu sua, la Ducati, vuole dimostrare altro che Dottore, sono io il medico capace di curare i mali oscuri della Rossa. Andrea ci riuscirà solo per tre, quattro giri, per poi doversi mestamente accontentare, assieme al compagno Hayden, delle posizioni di rincalzo. Però il Dovi torna comunque a casa con la soddisfazione di aver lottato e indotto all'errore il Vale Rossi, staccata alla curva uno del giro due, staccata balorda che quasi il Dottore va addosso a Pedrosa («credevo che Dani fosse lento, ma ho sbagliato io...»). E senza quella, Rossi subito a caccia di Lorenzo non sarebbe stato un sogno.

Incroci umani. Come quello fra i compagni di squadra della Honda, Dani Padrosa e Marc Marquez, dove il giovane iberico umilierà il meno giovane iberico caposquadra di un team che rischia di venir divorato dalla rivalità interna. Incroci umani come quello mancato, ma solo rimandato, proprio per gli errori e la troppa foga al via del Vale nazionale, con Lorenzo che si è ritrovato a fare la gara che preferisce e pronti e via si è involato e arrivederci ragazzi.

Incroci umani e... disumani, incroci che coinvolgono ovviamente e necessariamente anche le moto. Come l'incredibile e per certi versi romantico déjà vu che si concretizza alla fine, giro di rientro, quando il Vale resta senza benzina e a dargli un passaggio fin nei box ci pensa Iannone. Iannone su Ducati. Per cui Rossi di nuovo sulla Rossa. Meglio non ricordarglielo.
POLEmicamente

blog.ilgiornale.it/casadeilucchi/

Commenti

Rossana Rossi

Lun, 08/04/2013 - 10:37

E' un grande.........

barbanera

Lun, 08/04/2013 - 10:45

Un saluto ai grandi motociclisti della domenica,che non avevano perso tempo a denigrare Valentino.Siete stati serviti.

Ritratto di vomitino

vomitino

Lun, 08/04/2013 - 11:01

mi associo a Rossana e barbanera...ed aggiungo : MITICO VALE!!!!!!!!!

emilio canuto

Lun, 08/04/2013 - 11:04

Ha perso due anni per seguire le lusinghe degli italioti che lo volevano sulla rossa! Spero , e glielo auguro, che sia ancora in tempo per vincere, e tanto. Sono contento (e ammirato) per lui. VALE, vinci per te non per quei repressi , prontissimi a criticarti appena non avessi successo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 08/04/2013 - 11:16

Andiamoci piano! Padre padrone mi sembra un tantino eccesivo, non credete? allora Lorenzo cos'è, il Dio del campionato? Di certo Rossi è ubn grande showman, ma, a parte gli orgasmi multipli di Meda & C., non mi sembra che abbia fatto questa grande impresa! Se hai la moto migliore del lotto... e lui ce l'ha, se è vero che con la stessa Lorenza ha dominato come ha voluto tutti gli avversari... l'anomalia non è quella di arrivare secondo (sempre dietro a Lorenzo peraltro), ma di partire settimo e di ritrovarti invischiato a centro gruppo! La rimonta, insomma, non ha niente di divino, soprannaturale o eccezionale: è semplicemente frutto di una superiorità tecnica indiscussa, oltre che di indubbie capacità di guida e di voglia di lottare. Una voglia che non ha certamente dimostrato negli ultimi due anni, quando non ha fatto niente per adattare il proprio stile di guida alla Ducati (come ad es. sta facendo Dovizioso), ma ha solo fatto capricci e scenate perchè la stravolgessero a sua immagine e somiglianza.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 08/04/2013 - 11:30

Vale è The Doctor! E' unico ed è pluricampione del mondo. Lorenzo ne deve mangiare ancora molti di maccheroni per arrivare ai suoi livelli!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 08/04/2013 - 11:43

Si è vista la differenza tra un cancello ed una MOTO. Il nome Ducati serve solo a riempirsi la bocca e a mettere in mostra il cancello nelle gite domenicali da presunti motociclisti che pensano che correre sulle strade faccia figo. Dovizioso si è già reso conto della fregatura, anche se ha tentato di minimizzare.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 08/04/2013 - 12:04

wileggio vale come risposte x te il mio post precedente. Ne deve mangiare Lorenzo di maccheroni per arrivare ai livelli di Rossi! Fra qualche anno ne riparleremo. Ricordati solo di chi ha dato una mentalità vincente a Yamaha. Prima dell'arrivo di Valentino Rossi le moto del diapason si comportavano proprio come le Ducati di adesso. Disarcionavano all'improvviso il pilota senza che ci fosse un motivo valido all'apparenza!

Ritratto di Adriano Attinà

Adriano Attinà

Lun, 08/04/2013 - 12:18

Paga le tasse, LADRO!!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 08/04/2013 - 12:58

Adriano Attinà, Rossi le ha pagate le tasse trascorse con interessi e sanzioni. Sta anche pagando quelle attuali. Tu le paghi le tasse? O sei forse il solito furbaccione italiano paraculo che fa il fesso per non andare in guerra? Ah, x tua informazione io le tasse le ho sempre pagate tutte. Sino all'ultima lira sino al 2002 e sino all'ultimo centesimo sino ad oggi. Saluti

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 08/04/2013 - 13:13

Però Stoner con la Ducati ci ha vinto un mondiale, Rossi manco una gara.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 08/04/2013 - 13:25

Reinhard: certo, quando il cancello rosso andava 30km/h più degli altri in rettilineo e per Stoner era un gioco da ragazzi superare tutti in questo modo. Gran bel campione.

precisino54

Lun, 08/04/2013 - 13:31

Vediamo un po’ giorni fa avevo scritto a “polemicamente”: “qualcuno aveva dubbi sulla classe di Vale?”; non è diventato un brocco, anzi è lo stesso di quando in 125 e 250 dopo aver sbagliato la partenza, suo tallone d’Achille da sempre, rimontava in maniera furibonda. Nello stesso mio commento aggiungevo che: “...l’età lo farà più riflessivo .... lo farà meno “folle” nella bagarre”, ebbene si lo ammetto ho sbagliato anch’io, e non perché non ho usato la famosa brillantina della pubblicità di molti anni fa, questo Vale ieri ha dimostrato la sua cristallina classe e la sua furia agonistica. Ieri non ce n’era per nessuno, e buon per lui che Jorge è partito come un razzo, diversamente avremmo dovuto parlare delle scintille tra i due. Pedrosa dopo la scorrettezza ai danni del compagno in prova ha mostrato il suo valore, non eccelso, ed il pivello lo ha bastonato sonoramente. Poiché immagino l’Hrc dia la moto migliore a Dani, Marquez lo ha avvisato che l’annata non sarà un’annata facile; certamente dovrà imparare, oltre che a raddrizzare rapidamente, a percorrere le curve a velocità giusta, perché non sempre è possibile scartare per evitarlo e Vale la prossima glielo dice con una bella sverniciata come quella che subì Stoner a Laguna o Gibernau, o ancora lo stesso Lorenzo. Bentornato VAle! La stagione si annuncia interessante: vedremo finalmente il pepe!

Il giusto

Lun, 08/04/2013 - 14:34

Grande Vale...era un bel pò che non mi divertivo cosi' con il motogp!P.s. ricordo agli smemorati che Vale ha"truffato"le tasse e,una volta scoperto,ha patteggiato per pagare poco piu' della metà!

lust

Lun, 08/04/2013 - 15:00

Un altro grande avrebbe commentato così: "tutto il resto è noia!!!"