Il Verona con Pazzini-Ganz per battere un tabù

Ai veneti non è mai riuscito l'immediato ritorno in A. Bari, Frosinone e Spezia le rivali

L'anticipo Spezia-Salernitana apre stasera l'86° campionato di Serie B chiamato a verificare l'assetto delle ultime stagioni, l'incremento del pubblico, la valorizzazione dei giovani, il format di una partita al venerdì e due posticipi la domenica ed il lunedì per ogni giornata. Il Verona, nobile declassato, parte da grande favorito alla ricerca della nona promozione, in passato non è mai riuscito a realizzare l'immediato ritorno in A, ci riprova con un'accorta impostazione societaria, la conferma di giocatori esperti come Pazzini, il lancio di giovani talenti come Ganz, ,l'arrivo dell'allenatore Fabio Pecchia debuttante nella categoria.

Tutti contro i gialloblù, e contro la coppia Pazzini-Ganz chiamata a diventare protagonista della lotta promozione, dato che i bomber hanno avuto sempre un ruolo preminente. Giampaolo Pazzini, 107 gol in 15 campionati di A, lancia proclami: sarà un'esperienza nuova senza l'ombra carismatica di Luca Toni ed è pronto ad assumersi la responsabilità di uomo-squadra. La Juventus ha parcheggiato Simone Andrea Ganz, 23 anni il prossimo 21 settembre, figlio d'arte (papà Maurizio 76 gol in 260 partite) a Verona per realizzare progressi: si presenta con i 16 gol nel Como. Per questa strana coppia l'obiettivo della promozione ed il miraggio del record che resiste da 77 anni, 35 gol del viareggino Vinicio Viani con il Livorno 1939-40. Gli si sono avvicinati soltanto Boffi (32 reti con il Seregno 1946-47) e Luca Toni (30 nel Palermo 2003-04) eppure dalla B sono partiti per il traguardo dei 100 gol Signori, Pruzzo, Bettega, Giordano, Di Vaio, Del Piero.

Ruolo di primo piano anche per il Bari che ha trovato l'assetto societario e risvegliato la passione pugliese con un pubblico da A, 31 mila spettatori di media a partita nello scorso campionato, e ha un sogno: il clamoroso ritorno di Antonio Cassano. Il neo ds Sean Sogliano non s'è ancora arreso, spera nel colpo di fine mercato. Intanto si affida ancora agli uomini-gol Riccardo Maniero e Caputo, mentre il Frosinone ha blindato Manuel Ciofani cha l'ha già guidato alla promozione due anni fa. Il Trapani di Cosmi non desiste, ripresenta l'inquadratura della scorsa stagione imperniata su Petkovic e Scozzarella, lo Spezia ed il Novara presentano strutture compatte. Cristian Brocchi con il Brescia alla 59ª partecipazione al torneo cadetto, cerca il riscatto della deludente esperienza con il Milan, molto dipenderà da Andrea Caracciolo (102 gol in B). La Spal, tornata dopo 23 anni, si propone quale sorpresa e presenta il bomber Antenucci rientrato dopo due anni nella Premier inglese. Si parte e subito c'è Novara-Trapani, ma sul campionato potrebbe influire la critica situazione finanziaria del Pisa con il patron Petroni ai domiciliari: squadra ferma, allenatore cercasi dopo il rifiuto di Gattuso.