La Virtus Roma prende il nuovo play: Brandon Triche ex Aquila Trento

La Virtus Roma inizia a costruire la sua rosa in vista del prossimo campionato di serie A1 ingaggiando il play statunitense Brandon Triche, proveniente dall'Aquila Trento, con la quale è stato promosso in serie A

Brandon Triche

Dopo appena una stagione in Lega 2Gold nelle file dell'Aquila Trento, il play statunitense Brandon Triche fa il grande salto ed approda alla corte di Luca Dalmonte nella Virtus Roma. Il giocatore statunitense aveva comunque conquistato la serie A con la sua formazione, ma l'arrivo a Roma, su un palcoscenico più importante, lo metterà maggiormente sotto i riflettori in vista di una futura carriera in Europa, con un occhio, come tutti gli americani, anche alla NBA. 

Triche è un play che può destreggiarsi anche nella posizione di guardia, classe 1991, ed oltre alle doti tecniche dispone anche di una notevole potenza fisica, che ne fa un attaccante temibile, oltre che un costruttore di gioco per i compagni. Nelle file della formazione trentina si è messo in luce sia durante la stagione regolare, segnando 16,5 punti di media con un impiego di 31,2 minuti per gara, che nei playoff dove ha aumentato il minutaggio, portandolo a 33,8 minuti ed anche l'efficienza offensiva, con 20,3 punti per gara. Triche è anche un discreto rimbalzista per un giocatore del suo ruolo, con quasi 4 rimbalzi per gara a cui abbina più di tre assist a partita. Buone anche le sue percentuali al tiro sia dalla media che dalla lunga distanza. 

Il play statunitense è la terza pedina che la Virtus ha ingaggiato dopo l'ex pistoiese Kyle Gibson, e l'altro play Perry Petti, lo scorso anno nelle fila di Pesaro, ed il coach Dalmonte si è detto molto soddisfatto dei tre innesti, giocatori giovani, che conoscono già l'ambiente del basket italiano e che hanno molte motivazioni per continuare la loro crescita. 

La carriera universitaria di Triche, che a Trento aveva firmato il suo primo contratto da professionista, si è svolta alla Syracuse University, dove con la maglia degli "Orangemen", si mette in mostra fin dal primo anno e poi cresce negli anni seguenti, disputando una buona stagione da senior, con 40 partite giocate ed una media di 13,6 punti realizzati, prestazioni che lo mettono nell'orbita di Trento, per una stagione super culminata nella promozione in serie A. 

Ed il mercato della società capitolina non si ferma qui, perché sono in corso le trattative per portare a Roma anche Melvin Ejim, un'ala canadese di 23enne, che avendo il passaporto nigeriano, arriverebbe in Italia con lo status di "Cotonou". Ejim potrebbe essere il giocatore sul quale scommettere per la prossima stagione, proveniente dall'università di Iowa State dove ha disputato un eccellente ultimo anno con 17,8 punti di media ai quali ha abbinato 8,3 rimbalzi. L'accordo è stato comunicato con un post su Twitter da parte dello stesso giocatore  che si è detto pronto ad iniziare questa nuova avventura da professionista in un campionato dell'elite europea.