La Wada annuncia: più di 1000 atleti russi coinvolti nel doping

Oltre 1000 atleti russi dopati ai giochi olimpici di Londra 2012 e a Sochi nel 2014: è questo quanto emerge dal secondo rapporto diramato dalla Wada

Più di 1000 atleti russi coinvolti nel doping: è questo l'inquietante e crudo rapporto sull'indagine della Wada. Oggi, a Londra è stata resa nota la seconda parte del rapporto dell'agenzia mondiale contro l'antidoping. Secondo quanto pronunciato dall'avvocato Richard McLaren più di 1000 atleti sono stati coinvolti o hanno beneficiato di un complotto istituzionale per nascondere i test positivi: "Siamo in grado di confermare una copertura che risale almeno fino al 2011 ed è continuata anche dopo i Giochi Olimpici di Sochi nel 2014. Siamo in possesso di prove con 500 risultati positivi segnalati come negativi, tra cui quelli di atleti famosi e di alto livello, che hanno visto i loro test positivi automaticamente falsificati".

McLaren ha poi continuato: "C'è stato un insabbiamento a tutti i livelli istituzionali per favorire il conseguimento dei migliori risultati. La squadra russa ha danneggiato i Giochi di Londra in modo senza precedenti". A metà luglio, la Wada aveva evidenziato come delle irregolarità fossero emerse ai Giochi olimpici invernali di Sochi dove venne applicato un doping di Stato, un sistema supervisionato dal ministero dello Sport russo, guidato da Vitaly Mutko, con l'aiuto attivo dei servizi segreti di Mosca. In questa seconda parte del rapporto, però, vengono tirati in ballo anche i giochi Olimpici di Londa 2012 con trenta discipline interessate, tra cui anche il calcio, econ grandi nomi coinvolti.

Commenti
Ritratto di molival

molival

Ven, 09/12/2016 - 23:17

Impossibile che il nuovo eroe della cristianità abbia potuto concepire e realizzare un simile abominio morale! neanche fosse un ex funzionario del kgb della russia comunista! Ma chi vogliono prendere in giro? Viva putin il santo (beh ognuno ha i suoi)

ernestorebolledo

Sab, 10/12/2016 - 04:33

se sono 1000 casi i russi, saranno 10.000 casi degli Stati Uniti, ma Wada non la riportano

wrights

Sab, 10/12/2016 - 08:41

Che ci siano atleti dopati è fuori di dubbio, che probabilmente la Russia sia una delle nazioni che lo faccia a livello istituzionale, e non privato come in altri stati, si può anche credere, però il caso Russia, mi sembra molto montato. Non esito a credere che le varie federazioni nazionali di altri paesi, sappiano e coprano molto di più di quello che dice la Wada e la stampa occidentale, qualche caso molto "strano" a riguardo l'abbiamo anche noi. Piccola nota:- la Russia non si è nemmeno classificata alle finali di calcio a Londra, dove le prime nazioni medagliate in tutte le discipline sono state USA, Cina e G.B., ergo, il doping russo a quanto pare è di scarsa qualità. Ultima cosa da Londra 2012 sono passati oltre quattro anni, certo la velocità, non rientra tra le discipline della Wada.