Wanda Nara confessa: ''Se Icardi me lo chiedesse, rinuncerei a fare l'agente''

Wanda si racconta all'Equipe svelando: ''Non ho alcun interesse a fare soldi sulle spalle di Mauro ma se me lo chiedesse rinuncerei a fare l'agente''

''Se un giorno Mauro mi chiedesse di rinunciare a fare l’agente, lo farei'' parola di Wanda Nara, dichiarazioni che risaltano ancora di più oggi con il futuro di Mauro Icardi ancora tutto da scrivere.

La bionda atomica, Wanda Nara conquista la prima pagina del magazine dell'Equipe con una lunga intervista in cui ha raccontato i suoi inizi da manager raccontando alcuni dettagli del rapporto moglie-agente. Una professione nata per caso e come spiega per volere dello stesso Icardi: ''Mi ha chiesto consigli spesso per le sue decisioni e poi mi ha detto continua a fare tu, è nato tutto così. Io non ho mai avuto un manager nel mio lavoro, ho negoziato i miei contratti da sola. Dopo il liceo, ho studiato giurisprudenza e gestione aziendale e ho continuato a farlo durante le mie gravidanze''.

Non mancano critiche al suo operato ma la bella argentina ribatte: "E' la cosa più semplice da fare, tutte le mie attività sono compatibili con quella di agente" e poi chiarisce: ''Essendo la moglie di Mauro, non ho alcun interesse a fare soldi sulle sue spalle, a differenza di altri. Tanto è vero che mi è capitato di soprassedere sulla mia commissione. Potrei stare tranquillamente a casa senza fare niente, ma non sarebbe un buon esempio per i miei figli. E poi, la scelta finale resta di Mauro. Altri agenti difendono i loro assistiti in tv e che io sia consulente o meno, Mauro resta uno dei migliori attaccanti al mondo''.

Un'annata di sicuro complicata per l'ex capitano dell'Inter fuori dai convocati dell'Argentina per la Coppa America, che scatterà a metà mese ma Wanda assicura: ''Se è il mio primo fallimento da agente? Se un giorno Mauro mi chiedesse di rinunciare a fare l’agente, lo farei. Essere sua moglie e sua agente non dice necessariamente molto su di me, ma molto di più su Mauro che ha avuto il coraggio, a dir poco, di scegliermi''.

Parole forti in attesa dell'incontro della prossima settimana con Beppe Marotta durante il quale, come noto, il dg nerazzurro comunicherà alla procuratrice l'esclusione di Icardi dal progetto di Antonio Conte.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti

lupo1963

Sab, 08/06/2019 - 19:22

L’atomica bionda , la bella argentina ... Ma che si tolga finalmente dai cçgliçni lei e il suo bambolotto .

Albius50

Dom, 09/06/2019 - 07:26

Personalmente ritengo che comunque anche se formalmente potrebbe non essere + il suo agente ma rimane sempre la figura di MOGLIE che comunque ha un forte ascendente sul MARITO.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 09/06/2019 - 11:30

Ma facciano quel che vogliono, ma all'Inter merdacce simili non ci devono stare.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Dom, 09/06/2019 - 11:33

Ma forse un bel corpicino ,abbastanza usato peró, se fosse un auto la si direbbe malandata, di quarta quinta mano, poi la faccia e quella dentatura suina , forse le belen piú attrattive , ma per i gusti dei forzisti e leghisti andranno bene.

ARGO92

Dom, 09/06/2019 - 12:11

senza il cognome ICARDI sei una nullita