Wanda Nara svela: "L'Italia ha provato a convocare Icardi

La bella argentina moglie dell'attaccante dell'Inter svela come l'Italia ci abbia provato con Icardi: "Ci hanno provato ma lui ha sempre rifiutato perché il suo sogno era quello di indossare la maglia dell'Argentina"

Mauro Icardi è stato convocato da pochissimo dalla nazionale argentina. Jorge Sampaoli non ha seguito le orme dei suoi predecessori ed ha deciso di rompere gli indugi convocando uno degli attaccanti, classe '93, più forti sul panorama calcistico internazionale. La prima volta di Icardi con l'Albiceleste, però, fu nell'ottobre del 2013 quando giocò solo per qualche minuto contro l'Uruguay, in un match di qualificazione valido per il Mondiale del 2014.

Wanda Nara, moglie e agente di Mauro Icardi ha confidato come l'Italia abbia provato, anni fa, a convincere il marito ad accettare la convocazione azzurra. Ecco le sue parole rilasciate a Telefe: "E' vero, l'Italia ha provato a convocare Mauro in 2-3 occasioni ma lui ha sempre rifiutato perché il suo sogno era quello di indossare la maglia dell'Argentina: quando è arrivata la chiamata di Sampaoli si è commosso".

Wanda ha poi raccontato come Icardi sia felice all'Inter e la sua famiglia stia bene a Milano: "Mio marito è felicissimo all'Inter. E' il capitano, la nostra famiglia vuole rimanere a Milano. I bambini vogliono rimanere qui. Se poi un giorno Mauro dovesse decidere di cambiare città è ovvio che lo seguiremo. Il contratto di Mauro è stato rinnovato già tre volte perché quando un club vuole mantenere un proprio giocatore e preservarlo dall'attacco di altre società deve provvedere anche ad un aumento dello stipendio. Ricordo che quando sono nate le bambine i dirigenti ci hanno fatto tanti regali, sono stati molto gentili".