Yacht Club Costa Smeralda, venti regate per celebrare 50 anni col vento in poppa

Appuntamenti con la vela mondiale per festeggiare una storia di successo iniziata il 12 maggio 1967. La principessa Zahra Aga Khan lancia l'iniziativa "One Ocean" per la tutela e la conservazione dell’ambiente marino. E lo Yccs presenta il progetto per la Scuola di Vela aperta tutto l'anno

Cinquant’anni di vela, di regate, di passione per il mare, quelli che quest’anno celebra e festeggia lo Yacht Club Costa Smeralda. Dal 1967 al 2017 con il vento in poppa e con lo sguardo e il timone che fanno rotta verso il futuro. Da quando prese vita il sogno di sua altezza l’Aga Khan con Andrè Ardoin, Giuseppe Kerry Mentasti e Luigi Vietti, nello spettacolare paesaggio fra mare e insenature del nord della sardegna, Monti di Mola, la Costa Smeralda di oggi.

Celebrazione davvero speciale presentata a Milano nella sede della Fondazione Catella che si occupa, dal 2007, ricerca e diffusione della cultura della sostenibilità nello sviluppo del territorio e si lega, attorno a questi valori, a una delle iniziative più importanti dello Yccs: l’impegno per la tutela e la conservazione dell’ambiente marino con un forum che si terrà alla fine di settembre e avrà come madrina la principessa Zahra Aga Khan e la partnership scientifica di Sda Bocconi. Progetto articolato in due fasi. La prima è un processo di audit a cui lo Yccs sarà sottoposto da parte di Sda Bocconi Sustainability Lab che si concluderà con la stesura di un report sulle condizioni di sostenibilità del Club che successivamente adotterà le misure necessarie a migliorare la salvaguardia dell’ambiente.

La seconda è l’organizzazione del Forum One Ocean nella sede del Club il 23 e 24 settembre (www.oneoceanforum.org). Una due giorni con conferenze e workshop su quattro temi: riscaldamento globale, inquinamento da plastiche e microplastiche, vita dell'ecosistema marino e acidificazione dei mari. Lavori che porteranno alla stesura della Charta Smeralda che sarà firmata e sottoscritta dallo Yccs e condivisa con yacht club, testimonial e personalità internazionali. Il Forum One Ocaean avrà cadenza biennale ed è rivolto a organizzazioni no profit e scientifiche, aziende, media, influencer e personalità di fama internazionale. Obiettivo: dar vita a un'alleanza “collaborativa e innovativa” sul tema ambientale.

“Al compimento del nostro cinquantesimo anniversario, i soci dello Yacht Club Costa Smeralda hanno deciso che è giunto il momento di aggiungere la nostra voce a quella globale sulla conservazione dell'ambiente marino e la tutela dei mari del mondo - ha spiegato Zahra Aga Khan, che ha voluto il progetto -. Tutti noi che abbiamo vissuto il mare, da vicino o da lontano, abbiamo constatato che negli ultimi cinquant'anni ci sono stati enormi cambiamenti: incremento dell'inquinamento e della plastica ovunque, flora e fauna colpiti da un habitat marino degradato. È a questo punto che abbiamo deciso di fare qualcosa per permettere ai nostri figli di poter ereditare un mare, un oceano che possano essere simili a quelli che noi abbiamo conosciuto da bambini. Impegnarsi per invertire la tendenza al degrado“.

Su questo lavora Sda Bocconi, come ha spiegato il professor Francesco Perrini: “La condizione del mare non è delle migliori, molti studiosi sostengono addirittura che siamo al punto di non ritorno ed entro il 20150 ci sarà più plastica che pesci. Noi siamo impegnati a progettare un modello per rendere lo Yacht Club a impatto zero da un lato, dall’altro sui contenuti del Forum individuando ricerche e studi su temi come il clima del mare, le quantità di plastiche ed altri materiali gettati da industrie e persone e non riciclati e non biodegradabili che stanno modificando l’ecosistema, la mobilità marittima”.

Il commodoro Riccardo Bonadeo ha illustrato le altre attività che scandiranno questo 2017. La prima, per i soci, è una crociera a bordo del veliero Sea Cloud nelle Isole Vergini Britanniche fino a Virgin Gorda, isola dove è operativa la sede caraibica dello Yccs. Il 12 maggio, il giorno in cui tutto ebbe inizio, l’Aga Khan e soci fondatori inaugureranno nella Piazza Azzurra di Porto Cervo una mostra fotografica con le immagini dell 50 imbarcazioni che hanno fatto la storia dello Yacht Club e sono pubblicate nel libro di 50 anni con brevi commenti dei loro proprietari. E si lavora al grande spettacolo che si terrà a Porto Cervo il 5 agosto.

“Ci attende un anno ricco di celebrazioni e novità - ha sottolineato Bonadeo -. Nuovi partners e nuovi impegni ci accompagneranno nei festeggiamenti di un traguardo che parla di storia, di valori e di forze innovatrici che hanno reso e rendono, lo Yacht Club Costa Smeralda un punto cardine nel panorama internazionale dello yachting”. Bonadeo ha anche ricordato l’apporto di sponsor prestigiosi “ma il termine è riduttivo, vista la lunga collaborazione e il rapporto di fiducia e amicizia che si è instaurato” come Rolex e Audi. E ha presentato un altro progetto: quello della nuova sede della Scuola di Vela a Porto Cervo che dovrà diventare un centro di aggregazione internazionale per i giovani e gli appassionati e sarà operativo tutto l’anno.

La stagione della vela sportiva prevede 20 regate a Porto cervo e alle Isole Vergini Britanniche. Attività che è stata segnata da appuntamenti memorabili, basti pensare alla prima edizione, era il 1972, della Settimana delle Bocche e l’anno successivo alla One Ton Cup e ancora nel 1978 alla sardinia Cup. E come non ricordare le imprese di Azzurra? A presentare il calendario il direttore sportivo Edoardo Recchi.
Si parte dal Virgin Gorda dove Marina e Clubhouse sono stati ampliati, con la Rolex Swan Cup Caribbean (1-5 marzo), poi toccherà alla Yccs 50th Anniversary Regatta (7 marzo) e alla Loro Piana Caribbean Superyacht Regatta & Rendezvous (10 al 13 marzo). A inizio giugno prue al vento a Porto Cervo per la Loro Piana Superyacht Regatta seguita dalla Melges 40 Gran Prix e dalle Formula 1 del mare, i TP52 che si contenderanno la vittoria nell'Audi 52 Super Series Sailing Week. Oltre al campionato mondiale Rolex Maxi 72 Worlds durante la Maxi Yacht Rolex Cup ai primi di settembre, altri due campionati del mondo animeranno l'estate mediterranea: il primo a metà luglio, il Rolex Farr 40 Worlds, il secondo, a metà settembre: l'Audi J/70 World Championship, manifestazione che richiamerà team da tutto il mondo. L'anno sportivo si concluderà a fine settembre con la terza edizione dell'Audi Sailing Champions League e la traversata verso ovest della Atlantic Anniversary Regatta, organizzata in collaborazione con il Royal Offshore Racing Club e il Norddeutscher Regatta Verein, con partenza da Lanzarote ed arrivo alla Marina di Virgin Gorda.

Il TP52 Azzurra - barca simbolo con il guidone dello Yccs - ha già inaugurato la stagione in gennaio con la prima tappa del circuito 52 Super Series a Key West in Florida e regaterà fino a settembre: negli Usa a marzo, con la tappa di Miami, a maggio con il Mondiale a Scarlino, in Toscana, a giugno a Porto Cervo per l'Audi 52 Super Series Sailing Week, infine a Maiorca e Minorca in Spagna.
Informazioni: www.yccs.it