Zaniolo fa il Totti, Schick si esalta: la Roma sorride

Tre gol al Sassuolo e vittoria fondamentale. Ben 16 i giallorossi a segno in A, è record stagionale

Marcello Di Dio

Roma A cercare il pelo nell'uovo c'è quel gol subìto al 90' - è la decima partita di fila che i giallorossi chiudono con la porta violata - che non inficia l'esito della gara. Ma la risposta postnatalizia della Roma è sicuramente positiva: sempre con la testa nella gara, approccio giusto con un pressing offensivo che sorprende un Sassuolo stranamente distratto e male organizzato nella fase difensiva, il gol di Schick che si procura anche un rigore e quello alla Totti del giovane Zaniolo.

La terza vittoria negli ultimi 4 incontri all'Olimpico in campionato è la più importante per l'aria che si respirava a Trigoria: squadra scivolata nella parte destra della classifica, la sera del giorno di Natale trascorsa in ritiro, Di Francesco ancora sulla graticola (serve fare il bis a Parma sabato per non rischiare la panchina) mentre al nome di Paulo Sousa - erede designato o quasi - si affianca ora quello dell'attuale ct dell'Albania Panucci.

La reazione è stata quella di un gruppo che sa di avere dei numeri importanti, era da tempo che la Roma non segnava due gol nei primi 23 minuti. Dopo il rinvio da film horror di Olsen che poi si allunga sul pallonetto di Berardi, i giallorossi prendono in mano la sfida. Perotti, titolare dopo tre mesi e una stagione vissuta più in infermeria che sul campo, trasforma il rigore - primo gol per l'argentino dopo 298 giorni - che Schick si procura con uno scatto puntuale sul lancio di Florenzi. Il ceco si regala anche la seconda rete stagionale, segnata superando in uscita il portiere ospite Consigli. Prima aveva fatto venire i brividi al pubblico di casa con una deviazione che per pochi centimetri non supera la linea di porta.

La Roma gioca bene, il Sassuolo - in versione a due punte - delude dopo 5 risultati utili di fila. Tanto che serve l'ingresso di Di Francesco jr. per vivacizzare l'attacco emiliano. Baby Zaniolo fa impazzire la difesa ospite e a un certo punto si inventa un gol alla Totti: tocco sotto dopo aver messo a sedere Ferrari e Consigli. L'ex numero 10 fece un gol simile nella stessa porta alla Samp nel 2004. «Non ci sono parole, un gol e la vittoria della Roma in un momento fondamentale», così il 19enne. Con lui diventano 16 i calciatori giallorossi in gol in campionato, record stagionale in Europa insieme al Borussia Dortmund. Il gol di Babacar sui titoli di coda non rovina la serata. «Mi spiace per quella rete subita, ma a livello tecnico è stata forse la migliore prestazione dell'anno - così il tecnico della Roma - Siamo sulla strada giusta, ho visto cose interessanti, non è un momento facile. Non mi è mai mancato il sostegno del club, al di là di tanti discorsi e chiacchiere». Parma sarà però un nuovo esame anche per lui.