Zeman all'attacco del Var: "Non mi piace la sua introduzione"

Zeman non gradisce l'utilizzo del Var: "Il calcio è un gioco dove si sbaglia, dove sbagliano i calciatori e dove possono sbagliare anche gli arbitri. Sbagliare è umano, quindi comprensibile"

Zdenek Zeman, è da sempre un personaggio senza peli sulla lingua. L'attuale allenatore del Pescara ha partecipato a Coverciano al consueto incontro tra gli arbitri e i club di Serie B, ed ha parlato dell'andamento della stagione, altalentanet per gli abruzzesi: "Noi siamo una squadra giovane e cerchiamo di imparare, non è facile, non giochiamo in questo momento il calcio che ci piacerebbe ma stiamo lavorando per quello. Stiamo facendo pareggi strani, nel senso che siamo stati sul due a zero, sul tre a zero, solo l'ultimo è stato uno zero a zero. E' strano, di solito le mie squadre giocano più equilibratamente una volta andate più volte in vantaggio".

Zeman è poi andato controcorrente per quanto riguarda il Var, che sta creando innumerevoli discussioni tra le società e gli addetti ai lavori: "Come valuto l'introduzione del Var? Non in maniera positiva: il calcio è un gioco dove si sbaglia, dove sbagliano i calciatori e dove possono sbagliare anche gli arbitri. Sbagliare è umano, quindi comprensibile". Il boemo ha poi voluto fare gli auguri al suo pupillo Francesco Totti che oggi compie 41 anni: "Gli auguro di stare bene e di divertirsi in altro modo anche se un altro modo per lui, in questo momento, non lo vedo".