Lo «sportello Carige» altamente innovativo

La pluriennale collaborazione della Carige con la Fiera di Genova e l’Ucina è stata sottolineata (in una lunga intervista a Yacht Capital) del presidente Giovanni Berneschi. Fra le molte riflessioni egli ha puntualizzato il futuro della Banca, in rapporto anche ai momenti non facili che si stanno vivendo nel mondo.
E per il futuro?
C’è ottimismo. Il Gruppo affronta il secondo semestre consapevole di rischi e incertezze derivanti dall’evoluzione del contesto macroeconomico e dal perdurare della volatilità e delle tensioni sui mercati finanziari.
Ciononostante è confermata la previsione di concludere l’esercizio 2008 con un utile d’esercizio superiore all’esercizio precedente e in linea con il percorso di crescita delineato dal Piano strategico 2008-2010.
Di recente avete acquisito rami d’azienda da altri gruppi bancari, come procede l’integrazione?
I 79 sportelli acquisiti dal Gruppo Intesa Sanpaolo hanno prodotto un apporto interessante e positivo che ha rapidamente contribuito alla performance economica generale. A sei mesi dell’acquisizione abbiamo integralmente superato la fase di assestamento conseguente alla migrazione, l’omologazione agli standard Carige delle nuove unità è stato completato sotto tutti gli aspetti. Entro fine anno entreranno a far parte del Gruppo anche 38 sportelli Unicredit. Gli sportelli ex Intesa San Paolo hanno apportato un incremento di circa 170.000 nuovi clienti, quelli acquistati da Unicredit ne apporteranno circa 67.000. Questi rami d’azienda acquisiti pongono pertanto le premesse per un ulteriore sviluppo e per una crescita equilibrata e sostenibile nel lungo periodo.
Carige ha investito molto sull’ammodernamento tecnologico e sta introducendo una nuova piattaforma per l’operatività di sportello, ce ne può illustrare le caratteristiche principali?
Il nuovo sportello Carige è realmente all’avanguardia e altamente innovativo. Consente sostanzialmente di integrare in modo flessibile tutta l’attività transazionale relativa a contratti e servizi, consentendo all’operatore un unico accesso a tutte le diverse procedure della Banca. Migliore efficienza operativa e un servizio al cliente maggiormente personalizzato sono gli obiettivi del progetto.