Sports Illustrated lo sapeva «Vale uno dei sette ori italiani»

La rivista americana aveva pronosticato la sua vittoria. E un medagliere a quota 27

Fino a ieri pomeriggio, al grande pubblico italiano, Matteo Tagliariol era suppergiù uno sconosciuto, oscurato dai vari Montano, Tarantino, Vezzali e compagnia. Eppure, dall’altra parte del mondo c’era qualcuno che aveva ampiamente previsto l’oro olimpico del giovane 25enne. La rivista a stelle e strisce Sports Illustrated, nel numero dello scorso luglio, si era divertita ad assegnare in anticipo le 302 medaglie d’oro in palio in questi Giochi Olimpici, e nella spada individuale la scelta era caduta proprio su Matteo Tagliariol (primo) sul francese Jerome Jeannet (secondo) e sullo statunitense Seth Kelsey. Non c’è che dire, un’ottima previsione - azzeccata per due terzi - che sarebbe stata superba, se solo lo spagnolo Jose Luis Abajo - giunto sul gradino più basso del podio - non avesse stravolto i piani dell’illustre rivista sportiva.
Prima della partenza della spedizione azzurra in terra cinese, Sports Illustrated aveva assegnato all’Italia l’oro in sette competizioni: Paolo Bettini, nel ciclismo su strada, previsione sfumata come tutti ben sappiamo; Luigi Tarantino, nella sciabola individuale; Valentina Vezzali, nel fioretto femminile, con Giovanna Trillini accreditata della medaglia di bronzo (oggi potremo conoscere la bontà della previsione); la nazionale azzurra della sciabola maschile, con Tarantino e Montano; la nazionale del fioretto femminile, con Vezzali, Granbassi e Trillini e Federica Pellegrini nei 400 stile libero. Sette ori, undici argenti e dieci medaglie di bronzo, per un totale di 27 medaglie: è questa la previsione finale di Sports Illustrated sulla nostra spedizione. E proprio sul toto-podi, il portabandiera Antonio Rossi aveva scommesso, pochi giorni prima della cerimonia di inaugurazione: «Sports Illustrated ci ha dato 27 medaglie, anche Petrucci parla di quel numero, per me il traguardo delle 32 medaglie di Atene è tutt’altro che un miraggio».
La rivista statunitense si era anche divertita nel calcolare il medagliere finale, sfida a due tra Cina e Stati Uniti. Chi vince? La Cina per 49 ori a 45. Solamente tra due settimane potremo sapere chi ha avuto ragione.