An: spostate Mammucari. Ippoliti: ci vuole l’Authority

«Spostare Distraction al di fuori della fascia oraria protetta. Del resto, la cifra espressiva, stilistica e contenutistica (che paroloni!) di Mammucari è da seconda serata, tanto è vero che i suoi precedenti programmi sono sempre andati in onda dopo le ore 22,30». Lo chiede il senatore Michele Bonatesta, componente della Commissione di vigilanza in quota An. Immediata la replica del Mulo Tv (Movimento degli utenti laici organizzati della tv): «Fermate Bonatesta, bacchettatore preventivo e iperattivo. Nel giro di due ore ha chiesto, in rapida successione, interventi “riparatori” sul programma di Fabio Fazio e sul nuovo show di Teo Mammucari di Italia 1». Con perfetta lucidità arbitrale è intervenuto l’ex giacchetta nera Gianni Ippoliti: «Perché per la televisione, i programmi registrati, vengono giudicati non idonei solo dopo la messa in onda? Per stabilire se un film può essere vietato o no ai minori - ha precisato Ippoliti - c'è una commissione che giudica prima. Non si può fare anche per la tv nel caso di programmi registrati? È vero che ci sono i direttori di rete ma è più giusto che questo lo facciano le Authority».